“Gli Sbancati”: Seri, “Siete riusciti a trasformare un patrimonio unico come il nostro dialetto in una idea geniale che ci rende orgogliosi di essere fanesi”

“Gli Sbancati”: Seri, “Siete riusciti a trasformare un patrimonio unico come il nostro dialetto in una idea geniale che ci rende orgogliosi di essere fanesi”

Fano (PU), 27 dicembre 2014 – “Siete riusciti a trasformare un patrimonio unico come il nostro dialetto in una idea geniale che ci rende orgogliosi di essere fanesi”. Così il sindaco di Fano Massimo Seri ha ringraziato regista e cast del primo film di Natale in dialetto fanese “Gli Sbancati” ideato e realizzato dal regista Henry Secchiaroli, dell’associazione culturale He.Go Film e scritto da Ermanno Simoncelli.Il primo cittadino, insieme al vice sindaco e assessore alla Cultura Stefano Marchegiani, al presidente del Consiglio comunale Renato Claudio Minardi e al presidente della Commissione Cultura Francesco Torriani hanno accolto attori, tecnici, regista e collaboratori della pellicola a cui hanno donato, come riconoscimento per aver realizzato “la vera novità di questo anno”, una Statua della Fortuna.Sono il primo sindaco che ha recitato in vernacolo – ha detto Seri – conosco questo mondo e sono entusiasta di consegnare questo simbolo della nostra città a chi è riuscito, tramite un’idea geniale, a trasformare il nostro patrimonio in un film bellissimo. Questo progetto è diventato quasi un virus, nelle case non si fa altro che parlare delle immagini sorprendenti di Fano e citare le battute esilaranti de ‘Gli Sbancati’”.

Vi chiedo anche l’autorizzazione per usarne una in particolare in Consiglio comunale” ha scherzato il primo cittadino.

Ho visto il film ieri sera – ha aggiunto Minardi – e non ho fatto altro che ridere. Come rappresentante del Consiglio comunale non posso che ringraziarvi per averci reso orgogliosi”.

E orgoglioso era anche il regista Secchiaroli, soddisfatto per essere riuscito a coinvolgere al meglio le compagnie dialettali fanesi, tutte presenti alla premiazione, a cui ha dedicato il riconoscimento: “E’ stato meraviglioso lavorare con voi a questo progetto nato come omaggio alla nostra città. Avete partecipato con il cuore, e le migliaia di fanesi che hanno partecipato alle proiezioni, lo hanno capito”.

Migliaia di biglietti venduti, 14 giorni di “sold out” nelle sale cinematografiche (fino ad oggi), un cast di quasi 100 attori e comparse non professionisti, 30 ore di girato fra cui riprese spettacolari di una Fano monumentale e viva realizzate in 31 giorni, in 24 location, 18mila visualizzazioni del trailer pubblicato sulla pagina Facebook del film, un patrimonio artistico e dialettale unico nel suo genere hanno reso “Gli Sbancati”, un progetto dal costo di circa 50mila euro, un vero “evento cinematografico”.

Ma il progetto non si conclude con le ultime proiezioni in programma fino al 30 dicembre nelle sale del cinema Politeama e Malatesta. Da gennaio sarà infatti in vendita la maglietta che raffigura uno dei personaggi simbolo della pellicola: la sagome del defunto cavalier Aldo Prosperi (Filippo Tranquilli) con la sua frase-tormentone “Quant si stupid”.

Ci sono già 200 prenotazioni di fanesi che vogliono averla – ha detto Secchiarolie, per rispondere alle tante richieste che ci sono arrivate, a febbraio sarà disponibile anche il dvd del film. Soprattutto non vediamo l’ora di iniziare a lavorare a ‘Gli Sbancati’ 2 che sarà nelle sale a Natale 2015”.

Condividi:

Rispondi