Giuseppe Ottaviani: la libertà di realizzare un sogno a 100 anni

Giuseppe Ottaviani: la libertà di realizzare un sogno a 100 anni

Uno straordinario esempio di chi a 100 anni compiuti si sente libero di realizzare i suoi desideri: Giuseppe Ottaviani, nato a Sant’Ippolito, è pluricampione iridato master di atletica indoor nella sua fascia d’età. Dopo aver vissuto un’esistenza intensa a partire dall’esperienza del fronte durante la seconda guerra mondiale, per poi svolgere la sua attività lavorativa come sarto per uomo, ha deciso di imbarcarsi nell’avventura dell’atletica alla tenera età di 70 anni!

“Quando ho visto persone della mia età allenarsi con entusiasmo – dice Ottaviani – mi sono detto perché no? Posso provarci, la vita va assaporata un po’ per volta. Praticare lo sport mi ha fatto capire che la vita è ancora bella!”.

Gli innumerevoli record nazionali ed internazionali che Giuseppe ha collezionato nei suoi trent’anni di attività sportiva, gli sono valsi molti riconoscimenti e un’apparizione significativa alla serata inaugurale dell’ultimo Festival di Sanremo edizione 2016. Ottaviani racconterà la sua esperienza di libertà domani sera alle 21 sul palco di Piazza Bambini del Mondo a Bellocchi e verrà nominato assessore allo sport della XIII edizione de Il Paese dei Balocchi.

Questo sarà solo il degno inizio di una seconda giornata di manifestazione tutta da scoprire, a partire dal coro “Una scuola tra le note” della scuola primaria Tombari di Bellocchi che alle 22 presenterà lo spettacolo “Alla ricerca della musica perduta”, per proseguire con la performance di circo contemporaneo “Malena” di Gloria Barbanti e il live painting di Raul Amoros Argentina. Spazio anche alle rappresentazioni con Il Teatrino di Filippo che porterà a Fano Mangiafuoco per il Carnevale, mentre la compagnia Gaf metterà in scena la commedia “Finalmente libero” di Lucio e Fabrizio Signoretti. Tra i laboratori si inserirà Crescere con le percussioni, a cura di Dramane Konate, per finire con esibizioni di Taekwondo a cura dell’asd Taekwondo Dragon Fighters.

Anche per la seconda giornata di festa sarà attivo il Bellocchi bus, che collegherà gratuitamente Ponte Sasso e Torrette fino a piazza Bambini del Mondo.

 

 

 

 

L’educazione dei bambini si svolge non solo sui campi da gioco ma anche a tavola, dal momento che il Paese dei Balocchi ha sempre un occhio attento all’alimentazione. Anche quest’anno si rinnova la collaborazione con l’azienda agricola Roberti Marco di San Giorgio di Pesaro, che dedicherà la serata di domani alla degustazione di carni alla brace, il tutto rigorosamente a chilometri 17,2. Anche quest’anno infine torna quella che è stata la rivelazione dell’edizione 2015, cioè l’hamburger Pin Ov, realizzato con una selezione di pregiate carni marchigiane dallo chef Filippo Ciavarini e molto apprezzato tanto da diventare sold out.

 

Condividi:

Rispondi