Giovane coppia e cane ferito salvati alle pendici del San Bartolo

Giovane coppia e cane ferito salvati alle pendici del San Bartolo

PESARO – Nel pomeriggio del 18 giugno 2018 la Guardia Costiera di Pesaro con la M/V
CP 872, la moto d’acqua della “Nemo salvataggio”, assistiti da terra da VVF ed una
pattuglia della stessa Capitaneria hanno tratto in salvo una giovane coppia rimasta
bloccata ai piedi di un dirupo lungo le pendici del monte San Bartolo tra le località di
Santa Marina Alta e Fiorenzuola di Focara.
La dinamica dell’accaduto: per rincorrere il loro cane che si era diretto verso un
sentiero molto impervio, i due ragazzi sono arrivati sino a riva senza poter far ritorno
per la forte pendenza della parete rocciosa e per l’agitazione del loro cane rimasto
leggermente ferito oltre che assai spaventato. Difficoltoso anche poter camminare
lungo le pendici del Monte a causa del mare mosso.
I ragazzi, senza quindi una via d’uscita immediata con comunicazioni telefoniche
saltuarie e disturbate per la mancanza di segnale stabile, hanno avvertito il 112 che ha
passato la comunicazione alla Sala Operativa della Guardia Costiera di Pesaro.
Questa disponeva immediatamente l’invio di una pattuglia di Vigili del Fuoco per
provare un salvataggio da monte e l’uscita della moto d’acqua della Nemo Salvataggio
aggiudicataria del servizio di salvamento nella spiaggia di Fiorenzuola di Focara per
una loro individuazione via mare.
Quindi, per poter effettuare un migliore ponte comunicativo tra i mezzi di soccorso ed i
malcapitati, la Guardia Costiera di Pesaro inviava la M/V SAR CP 872 in modo da
poter essere facilmente riconosciuta da costa e fornire l’esatta posizione in un tratto di
falesia che non denota facili punti di riferimento per chi sta a terra.
Con un ponte telefonico e radio continuo si riuscivano ad individuare i ragazzi ed il
cane che venivano assistiti dalla moto d’acqua della “Nemo Salvataggio” in grado di
operare sui bassi fondali del San Bartolo e quindi subito dopo trasportati sulla
Motovedetta intervenuta per condurre tutti al sicuro senza ulteriori conseguenze nel
porto pesarese.
La Capitaneria di Porto – Guardia Costiera – di Pesaro coglie l’occasione per
raccomandare ai frequentatori del Parco del San Bartolo di seguire esclusivamente i
sentieri appositamente segnalati dall’Ente e dai Comuni interessati ed accessibili verso
le uniche zone di spiaggia praticabili della località.

Condividi:

Rispondi