“Giocasport”: conoscere gli sport..giocando. 120 bambini coinvolti

“Giocasport”: conoscere gli sport..giocando. 120 bambini coinvolti

FANO – 120 bambini coinvolti che in estate diventano 600, 3 palestre, 8 educatori. Numeri importanti, numeri che rendono l’idea su cosa sia diventato, in 10 anni, il “Giocasport”, corsi di formazione e avviamento allo sport per bambini dai 4 ai 9 anni organizzati da Asi e dalle associazioni Sportfly e Polis con il contributo della Bcc Fano.

A spiegare nel dettaglio cos’è il Giocasport ci pensa l’etimologia del nome: fare sport giocando e giocare imparando uno sport. Si perché lo sport, per il bambino, deve essere prima di tutto un gioco da vivere insieme ai propri coetanei, un momento di socializzazione che aiuta a crescere in maniera migliore sia a livello fisico che cognitivo. Non bisogna mai dimenticare che lo sport viene praticato soprattutto per sviluppare il corpo, la psiche, per formare il carattere e per educare ad una sana ed onesta competizione basata su regole chiare e condivise.

Uno dei problemi del nostro tempo, però, è la specializzazione precoce, ovvero lavorare con dei bambini pretendendo da loro risultati al pari di adulti o professionisti e questo comporta a concentrarsi sulla corretta esecuzione del gesto tecnico e non sulla sfera motoria del bambino. Ed è proprio in questo contesto che si inseriscono Asi e Giocasport che hanno pensato ad una valida alternativa al classico insegnamento da palestra, delle tecniche che non si limitano ad insegnare uno sport al bambino, ma che cercano di sviluppare tutte le sue abilità cercando principalmente di farlo divertire insegnandogli, cosa non da poco, la cultura del rispetto.

“Il Giocasport si basa su un concetto fondamentale – spiegano gli educatori Asi –, ovvero la multilateralità. Diamo la possibilità a bambini dai 4 ai 9 anni di ampliare il più possibile il proprio bagaglio motorio e sperimentare le varie discipline sportive (rugby, basket, tennis, calcio, pallavolo, ecc.) per poi poter scegliere liberamente e consapevolmente il proprio sport perché i giochi dei bambini non sono semplici giochi e vanno affrontanti in maniera seria”.

Tre sono le strutture che ospitano giornalmente in Giocasport: Palestra Venturini (martedì e giovedì ore 16-17 scuola materna e 17-18 scuola elementare), Palestra Nuti (lunedì e venerdì 16-17 scuola materna, lunedì 17-18 e venerdì 15-16 scuola elementare) e Palestra Montesi Sant’Orso (lunedì e mercoledì ore 16-17).

Una volta terminate le scuole poi, Giocasport non va in vacanza ma si trasforma in Jump, centri estivi in cui i tanti collaboratori Asi seguono i bambini attraverso lo svolgimento di diverse attività fisiche, li accompagnano in varie visite guidate e, ovviamente, li aiutano nello svolgimento dei compiti per le vacanze. L’anno scorso a prendere parte ai centri estivi furono oltre 600 bambini.

Per saperne di più 328.2662060 o visitare il sito www.asipesaro.com e la pagina facebook Asi Pesaro.

Condividi:

Rispondi