Fusione Aset, Delvecchio (UDC): “Un atto che porta alla svendita a MarcheMultiservizi”

Fusione Aset, Delvecchio (UDC): “Un atto che porta alla svendita a MarcheMultiservizi”

FANO – “L’elefante ha partorito un topolino, questa in estrema sintesi, il lavoro fatto dalla Giunta sulla Fusione Aset, un atto che porta diretti alla “casella” svendita di Aset alla Hera-MarcheMultiservizi.

Nell’atto d’indirizzo presentato per il Consiglio Comunale del 18 febbraio,
– si sconfessa il parere del perito nominato dal Tribunale di Pesaro, studio commerciale Comandini,
– si contesta la competenza dei dirigenti Comunali, in primis l’attuale capo ufficio del Sindaco dott. Celani,
– si annullano i pareri di entrambe le dirigenze Aset, il voto favorevole del cda di Aset Spa e il non voto dal cda di Aset holding (per ragioni oscure),
– infine si negano le consulenze dello studio Pubblitecnica, e si ritorna al punto di partenza.
Peccato che in quest’assurdo gioco dell’oca, chi ci rimette, e pesantemente in termini di minori servizi e tasse pagate sono tutti i cittadini di Fano.
Non si tratta solo dei 140.000,00 spesi ad oggi per fare la fusione, che la giunta Seri butta dalla finestra, come i soldi che si spenderanno per ricominciare tutto da capo con un nuovo advisor, mi riferisco ai risparmi diretti e indiretti prodotti dalla Fusione Aset.
La fusione delle due società Aset comporta enormi risparmi;
1) da subito disponibili 5 milioni di euro di fondi accantonati;
2) risparmio di costi amministrativi e di scala dal primo anno di 1 milione di euro;
3) riduzione della dirigenza delle due società risparmio stimato 200.000 all’anno.
La fusione era l’azione amministrativa più semplice e utile per ridurre le Mega-Tasse imposte dalla giunta Seri a tutti i cittadini in termini di TASI-IMU-TARI, si poteva migliorare il decoro urbano e garantire tutti i servizi alla persona e invece si gioca sulle spalle dei cittadini, stanchi di essere vessati.
Mi auguro che tutti i Consiglieri Comunali chiamati alla votazione del documento proposto dalla Giunta possano valutare serenamente, se continuare nel gioco di sperperare fondi pubblici, o se vorranno dare segnali di vicinanza alla nostra città sofferente per il grave periodo di crisi”.

F.to Davide Delvecchio gruppo consiliare Insieme per Fano – UDC

Condividi:

Rispondi