Fratelli d’Italia davanti al Tribunale di Pesaro per chiedere l’introduzione del reato di omicidio stradale

Fratelli d’Italia davanti al Tribunale di Pesaro per chiedere l’introduzione del reato di omicidio stradale

PESARO – Ieri mattina, una delegazione di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale è stata davanti il Tribunale di Pesaro per chiedere l’introduzione del reato di omicidio stradale. Infatti il 16 Novembre era la giornata mondiale del ricordo delle vittime della strada e FdI-AN in tutta Italia si è mobilitata per ricordare alle Istituzioni di prendere provvedimenti urgenti in materia. Da 2 anni combattiamo al fianco delle associazioni e le famiglie delle vittime per dare loro giustizia e diritti che oggi non hanno. La prima iniziativa del nostro gruppo parlamentare in questa legislatura è stata proprio per loro, depositando un progetto di legge per chiedere l’omicidio stradale e la certezza della pena. Nel nostro territorio sono altissime le percentuali di incidenti e morti, siamo convinti che oltre che la legge, ci debba essere anche l’attenzione delle amministrazioni locali per sensibilizzare i cittadini per un senso civico del rispetto del codice della strada. Ci auguriamo che la Camera approvi quanto prima l’introduzione del reato di omicidio stradale. La legge delega che riforma il codice della strada, così è stata formulata, non è all’altezza della nostre aspettative perché l’introduzione del reato non chiaramente specificata nella delega. Per questo chiediamo che sia al più presto calendarizzata la nostra proposta di legge molto più chiara. Il nostro testo prevede l’introduzione del reato di omicidio stradale aumentando le pene per chi uccide o ferisce gravemente una persona perché guida in stato di ebbrezza o perché ha assunto droghe.Davanti al Tribunale erano presenti il Consigliere regionale Roberto Zaffini, il portavoce provinciale Angelo Bertoglio e quello pesarese Nicola Baiocchi che insieme agli altri militanti hanno spiegato alle moltissime persone che si fermavano le ragioni di questa iniziativa. Molte persone sono venute portando un fiore rosso per ricordare le vittime, rosso come il sangue sulle strade e poi le scarpe, come quelle che purtroppo rimangono spesso sui luoghi degli incidenti.

Angelo Bertoglio
Portavoce provinciale FdI-AN Pesaro Urbino

Condividi:

Rispondi