For.Bici FIAB Fano a Verona per la prima edizione del CosmoBike Show

For.Bici FIAB Fano a Verona per la prima edizione del CosmoBike Show

FANO – Dall’11 al 14 settembre si è svolta a Verona, nel Quartiere Fieristico della città, la 1° edizione della Fiera Internazionale della Bici, alla quale ha partecipato l’associazione fanese For-Bici FIAB tramite il suo segretario Stefano Sorcinelli.
Nella conferenza stampa di presentazione il presidente di Veronafiere, Ettore Riello, ha voluto sottolineare come fin dalla prima edizione, CosmoBike Show si qualifici come evento di riferimento in Italia per il settore e secondo in Europa, per dimensioni, caratterizzandosi come un format fieristico innovativo che metta al centro la passione, gli interessi e le esigenze del ciclista, guardando anche al futuro del settore ed affrontando tematiche quali sostenibilità ambientale, nuovi concetti di mobilità urbana e ricerca tecnologica. E’ questa la formula, conclude Riello, che ha permesso di raccogliere il consenso delle 500 aziende che hanno subito sposato questo progetto.
Infatti, CosmoBike è stata anche una manifestazione di contenuti, con oltre 30 convegni e seminari tecnici. Uno dei filoni più attuali tra quelli trattati è stato senz’altro CosmoBike Mobility, legato all’ambiente e alla sostenibilità e dedicato al futuro della ciclabilità urbana e che ha coinvolto esperti del settore e amministrazioni pubbliche.
Il cicloturismo è stata l’altra grande area tematica: in Italia è un comparto che ha un potenziale fatturato di 3,2 miliardi di euro. Per questo CosmoBike Tourism ha presentato al pubblico le migliori proposte in fatto di itinerari e pacchetti a misura di bici offerti da enti, alberghi, agriturismi e consorzi di promozione del turismo.
Questi i seminari ai quali ha partecipato Stefano Sorcinelli in rappresentanza dell’associazione For.Bici FIAB Fano: “La visione della Mobilità Nuova, obiettivo 2030” che ha visto la presenza tra gli altri di Graziano Delrio, Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti. “Il ruolo delle Regioni nella Mobilità Ciclistica”. “Strumenti di mobilità urbana, il biciplan”. “La progettazione dei percorsi ciclabili”. “Le nuove frontiere del bike sharing”. “Il contrasto al furto di bici”. “Intermodalità”. “Moderazione del traffico, Sicurezza e Zona 30”. “La città dei bambini”. “Ciclologistica: un’opportunità economica per i privati e per le città”.
Al riguardo, Sorcinelli evidenzia come le richieste di For.Bici FIAB Fano da tempo rivolte all’amministrazione comunale siano perfettamente in linea con quanto emerso dai seminari e tavole rotonde del CosmoBike Mobility, quali: la pedonalizzazione del centro storico, l’estensione del limite di 30 km/h all’interno dell’aerea urbana, incremento di spazi di sosta sicuri, pubblici e privati, e parcheggi custoditi per bici nelle prossimità delle stazioni ferroviarie, creazione di protocolli d’intesa tra forze dell’ordine, Comune ed associazioni ciclistiche ed ambientalistiche che, come a Bologna, potrebbero diventare una Consulta della Bicicletta, organo istituzionale del Comune, per un maggior controllo e repressione del dannosissimo fenomeno del furto delle bici, sia all’interno di negozi che in spazi pubblici, deleterio se si considera che su scala nazionale il danno per furto di bici, secondo ANCMA, procova una riduzione del giro d’affari nel settore bike per 150 milioni di euro all’anno. Inoltre, nei seminari di CosmoBike Mobility è stata evidenziata, per l’ennesima volta, l’immensa importanza strategica della creazione di nuove piste ciclabili e del potenziamento di quelle già esistenti, sia per una decongestione della circolazione veicolare urbana che per una migliore e più accattivante offerta turistica; al riguardo, si pensi alla richieste di For.Bici FIAB Fano di completare la ciclabile Fano-Fenile e dare il via alla progettazione e conseguente realizzazione del tratto di pista ciclabile che colleghi Fano a Marotta, nonché la richiesta di incrementare le piste ciclabili all’interno della città e potenziare quelle già esistenti, realizzando una rete di ciclabili sempre più accessibili e sicure per i ciclisti.
In definitiva, anche dai Seminari del CosmoBike Mobility è emersa la tendenza verso una mobilità sempre più sostenibile, quale volontà espressa chiaramente dagli operatori economici e dai cittadini, come ad esempio recentemente successo a Fano durante la manifestazione “chi sceglie la bici merita un premio”, sfida strategica che molte amministrazioni pubbliche di importanti, per dimensione, città italiane hanno già raccolto, ponendo il tema della “mobilità sostenibile” al centro della loro attività politica.

da For.Bici FIAB Fano

Condividi:

Rispondi