Festa Sostenibile, Il Paese dei Balocchi e Aset vincono la scommessa: oltre 15 quintali di rifiuti in meno

Festa Sostenibile, Il Paese dei Balocchi  e Aset vincono la scommessa: oltre 15  quintali di rifiuti in meno

FANO – Il progetto era pilota ma visto l’esito sarà sicuramente riproposto nell’edizione del 2018, la 15esima de Il Paese dei Balocchi.
La manifestazione andata in scena a Bellocchi dal 17 al 20 agosto, infatti, per la prima volta poteva vantarsi del titolo di “Festa Sostenibile” in quanto tutte le stoviglie utilizzate negli stand gastronomici, nei quattro giorni, non erano di plastica, ma di materiali biodegradabili e compostabili quali la polpa di cellulosa e bioplastiche come Mater–bi e PLA (derivati dall’amido di mais).
L’idea, nata dalla volontà di portare avanti principi come eco sostenibilità e rispetto per l’ambiente ha prodotto numeri esaltanti: in discarica, come materiale non riciclabile, sono finiti solo 3 quintali di rifiuti contro i 18/20 previsti in caso di raccolta differenziata classica.
L’aver utilizzato piatti, bicchieri e posate realizzati con materiali compostabili (gettati quindi nell’umido per diventare successivamente “compost”) ha consentito di riciclare materiale organico per oltre 15 quintali con conseguente risparmio energetico elevato in quanto questi materiali, già in fase di produzione, riducono di un quarto l’emissione di anidride carbonica e, in fase di riciclo, fanno segnare un -30% alla voce “costi di smaltimento” rispetto alla plastica.
A completare il quadro dei numeri positivi ci sono i 3 quintali di vetro riciclati, 1 quintale di plastica, 1,5q di carta e cartone e 30 kg di lattine.
Questo importante obiettivo è stato raggiunto grazie alla collaborazione dell’“Emporio AE” che ha fornito i materiali e i preziosi consigli.
“Una nuova sfida, vinta con la collaborazione di tutti i volontari – commenta Michele Brocchini, presidente de Il Paese dei Balocchi – e se poi a beneficiarne in particolar modo è l’ambiente, ne siamo orgogliosi. Grazie ad Aset Spa per aver creduto nella nostra idea ed averla appoggiata e all’Emporio AE per la collaborazione.”
“Produrre oltre 15 quintali di rifiuti in meno – aggiunge Paolo Reginelli, presidente di Aset spa – è un risultato quasi sorprendente, davvero incoraggiante. Ci invita a proseguire nella stessa direzione e con la stessa convinzione, ampliando le modalità della positiva sperimentazione a tutte le feste e a tutte le iniziative di richiamo che vorranno dimostrarsi attente verso l’ambiente. Aset spa sta infatti lavorando per realizzare un progetto che possa riconoscere e incentivare questa sensibilità”.

Condividi:

Rispondi