Fano la città dei bambini, dibattito con Tonucci

Fano la città dei bambini, dibattito con Tonucci

FANO – L’iniziativa  si colloca tra quelle programmate per il 2014 dall’APiTO, associazione don Paolo Tonucci, per ricordare don Paolo  nel ventennale della sua morte: don Paolo è stato missionario Fidei Donum per 29 anni in Bahia, nel nordest del Brasile. Anche se la relazione tra don Paolo e La Città dei Bambini può sembrare forzata in realtà ha basi ben solide: innanzitutto Paolo aveva intuito, mi verrebbe da dire in maniera profetica, in periodi difficili quali quello della dittatura in brasile, che il futuro non solo del Brasile ma del mondo, era nei bambini, e di conseguenza ha sempre  operato nella convinzione che solo nell’educazione, in particolare appunto dei bambini, e nella salvaguardia del creato  si potesse trovare la chiave per disegnare un mondo migliore per tutti. Lo ha fatto in un Brasile povero, difficile, violento, pieno di contraddizioni, tra mille difficoltà ma sostenuto da una grande forza interiore.

L’Apito, dopo la sua morte, sia in Brasile con Delia, che in Italia qui a Fano grazie all’impegno e professionalità di Paola Conversano, ha fatto sua questa eredità portando avanti progetti educativi ed interculturali nel nostro territorio spesso in collaborazione   con altre associazioni. L’altro  motivo, certamente non secondario,  e facilmente intuibile, è che Francesco Tonucci,  è fratello di don Paolo. E’ quindi venuto quasi spontaneo per l’APiTO, al di la di queste motivazioni , se vogliamo per molti di noi affettive,  porre l’attenzione sul progetto Città Dei Bambini, tanto più in una fase amministrativa importante per Fano.

E’ nato così l’incontro-dibattito con Francesco Tonucci, responsabile dal 1996 del progetto internazionale del CNR “La città dei Bambini”,  a cui  tante associazioni e comitati cittadini hanno dato la loro collaborazione e che  mi piace ricordare:  Acli Provinciale, Africa Chiama, Amici del Quilombo, Argonauta, Ass. Nazionale Famiglie Numerose, Banca del Gratuito, Caritas-Sala della Pace, Cerchioaperto, Comitato  Bartolagi,  Comitato Chiaruccia Tre Ponti,  Comitato pista ciclabile Fenile,  For.bici,  Forum Terzo Settore,  Il Paese dei Balocchi, L’Alveare Fano, La Lupus in Fabula, Millemondi, Millevoci, MIR, Mondo a Quadretti, Papa Karol, UNICEF Comitato Provinciale,  Volontari nella Solidarietà.

All’incontro-dibattito è stato dato il titolo :

“FANO LA CITTA’ DEI BAMBINI: NEL PASSATO LA SPERANZA DEL FUTURO”

La Città dei Bambini, nata a Fano  nel 1991  per volere dell’allora amministrazione con sindaco l’avv. Giuliani, grazie all’idea geniale  del prof.  Pacassoni,  dei bambini di Fano e alla prestigiosa collaborazione di Francesco Tonucci,  per anni è stata il fiore all’occhiello della nostra città, un marchio di qualità ed un modello che le ha permesso di farsi conoscere e riproporre  in Italia e nel mondo:  Fano viene tuttora citata  nei convegni sul tema  come progetto pilota anche se  da oltre un decennio proprio qui a Fano si è assistito ad un progressivo calo di interesse e  di investimenti  di qualità .

Riteniamo che Fano Città dei Bambini  debba tornare ad essere  uno dei punti di forza del rilancio di Fano  negli ambiti che più caratterizzano una città: educazione di bambini, salvaguardia dl territorio, vivibilità, cultura, turismo. Per questo in occasione dell’incontro con Francesco Tonucci sono stati  invitati ad intervenire i sette candidati sindaco  alle  prossime elezioni, per conoscere, ed al tempo stesso  stimolare, le loro proposte al riguardo e chiedere loro un preciso impegno per il futuro.

Il valore di questo Convegno e degli impegni che i candidati sindaci vorranno prendere non si fonda sul peso della tradizione del passato (non indifferente, dato che l’esperienza di Fano ccome si diceva viene ancora citata con la sua carica innovativa), ma su come la futura amministrazione vorrà venire incontro alle esigenze di una città intera che vuol guardare al proprio futuro con gli occhi dei bambini e – come Tonucci diceva molti anni fa –  “…..abbassare l’ottica dell’amministrazione  fino all’altezza del bambino,  per non perdere nessuno dei cittadini, di accettare la diversità che il bambino porta con sé a garanzia di tutte le diversità.  Si ritiene che, se la città sarà più adatta ai bambini, sarà più adatta per tutti”.

Collateralmente all’incontro l’associazione For.bici, La Lupus in Fabula ed i comitati che si occupano di mobilità sostenibile  propongono a  tutta la cittadinanza, ai bambini e ai genitori,  e ai candidati sindaco di raggiungere la sede del convegno attraverso una pedalata per la città partendo dall’arco di Augusto alle ore 16

                                                                          L’ADDETTO STAMPA

Marco Gasparini

Condividi:
Articoli più recenti
Articoli meno recenti

Rispondi