Iniziative dei cittadini dei quartieri San lazzaro e Vallato

Iniziative dei cittadini dei quartieri San lazzaro e Vallato

FANO – “E se cominciassimo a ri-abitare i nostri quartieri?
Viviamo, lavoriamo, portiamo i figli a scuola e persino facciamo volontariato nei nostri quartieri. Ma non possiamo restare indifferenti a quanto sta accadendo.
Ci siamo perciò incontrati, come gruppi e singoli residenti del quartiere di S. Lazzaro e del Vallato. Insieme abbiamo provato a confrontarci per comprendere le cause e per individuare le possibili soluzioni, le alternative alla situazione attuale.”
“Ci siamo trovati tutti/e d’accordo sulla necessità di creare nuovi momenti e ulteriori percorsi di reciproca conoscenza, dove le differenze e le singole storie di gruppi e individui vengano riconosciute e rispettate. Così, superando timori e pregiudizi iniziali, saremo in grado di trovare quei punti in comune che possano diventare la base per la ri-costruzione di nuovi percorsi di socialità e collettività (comunità).
Recuperare la socialità come risposta alle sfide del nostro tempo per ri-vivere il quartiere e ritrovare la voglia di condividere: non chiudersi dentro le proprie case, ma sentirsi coinvolti anche in ciò che ci accade intorno, superare insieme le paure, trovare soluzioni collettive a problemi che sembrano individuali ma che, in realtà, interessano tutte e tutti.”
“La partecipazione degli individui alla vita di quartiere non può essere né improvvisata né calata dall’alto.
Occorre lentamente costruire dal basso i cammini comuni, tessere le relazioni a poco a poco, ricercare nel tempo e nel confronto continuo dei riferimenti con l’Altro e con gli altri, trovare quei rapporti di fiducia che esistevano e che vanno riconquistati e mantenuti.”
“La proposta che facciamo ai residenti è la stessa che facciamo anche ai gruppi, alle associazioni e a noi compresi: vorremmo superare la tendenza a rimanere in piccoli gruppi che faticano a comunicare tra loro, per cui le idee e le pratiche restano isolate e marginali, in mancanza di una rete di collegamenti dove estendere e condividere le iniziative, rendendole incisive e non isolate.”
“Per questo motivo abbiamo pensato di organizzare “Una Giornata di Socialità Itinerante” che coinvolga il quartiere di San Lazzaro e quello del Vallato: un giorno per conoscersi e per conoscersi meglio, per divertirsi insieme, per scambiarsi punti di vista, nel rispetto di tutte le differenze. Una giornata in cui ognuno possa portare in dono ciò che desidera condividere, ciò che sa fare e che desidera portare alla comunità (musica, cibo, arte, gioco,… ), per iniziare il recupero degli spazi sociali, per renderli di nuovo vivi e migliori, ricchi di iniziative e persone.”

Condividi:

Rispondi