Fabbrica Cultura, Food Relax e Memo promuovono il territorio con il concorso 100 Volte Marche

Fabbrica Cultura, Food Relax e Memo promuovono il territorio con il concorso 100 Volte Marche

MARCHE – Prosegue la promozione del Concorso 100 Volte Marche, il progetto promosso da Fabbrica Cultura in collaborazione con Food&Relax, che si avvale del patrocinio della Regione Marche, dell’ICOM e del MAB Marche (Musei, Archivi, Biblioteche), quale iniziativa di carattere culturale di rilievo regionale.
Il concorso si articola in 3 sezioni, 100 Volti – 100 storie – 100 Mi Piace, ed ha come tema centrale la longevità nella Regione Marche. Per questo motivo i partecipanti devono inviare foto o storie di individui over 80, che attraverso i loro volti e i loro racconti possano testimoniare la qualità di vita nella Regione.
Per premiare la sezione Volti e la sezione Storie, Fabbrica Cultura ha riunito una giura d’eccellenza, presieduta dallo storico e presidente del MAB, Gino Troli. Questo assieme al noto scenografo Gianfranco Basili, all’editrice Valentina Conti, ai fotografi Massimiliano Fabrizi e Dino Cappelletti e al consigliere regionale ICOM l’arch. Tiziana Maffei, sono stati chiamati a valutare e selezionare non solo le opere vincitrici, ma anche i contributi che saranno esposti al padiglione Marche Expo2015 e quelli che saranno pubblicati in un’antologia.
Come dichiarato da Massimiliano Fabrizi, fotografo esperto di social media e giurato del concorso, “sempre di più la fotografia, i video e l’immagine in genere, oggi prendono vita nei media, vivono nei media e nei media si sviluppano e diventano comunicazione mainstreem. Chi partecipa al concorso ha la possibilità di capirne le dinamiche e la potenza comunicativa, quindi avere la consapevolezza se il loro lavoro, la loro idea, sta andando nella giusta direzione”.
Oltre la fotografia sono le storie di 100 Volte Marche che rappresentano un valore aggiunto a questa iniziativa. Infatti sebbene la fotografia spesso riesca a raccontare meglio una situazione, la scrittura da la possibilità di ripercorrere non solo la vita di un soggetto, ma anche lo spazio che questo ha abitato e molti particolari che lo scatto (il presente) non può cogliere.
Come ricordato inoltre dallo stesso Gino Troli, “scrivere significa mettere su carta una riflessione o un’ idea originale che deve essere frutto di un punto di vista nuovo, inedito che vada oltre la retorica e la inutile ripetizione dei luoghi comuni. Ecco mi aspetto questo da coloro che si vorranno cimentare con il tema del concorso.”
Della stessa idea la nota editrice Valentina Conti che sostiene che la valorizzazione del territorio passa anche attraverso l’impegno di letterati, artisti o semplici amanti della cultura e dalle sinergie che nascono da questa relazione. “Ritengo che non vi sia nulla di più democratico della scrittura, e questo concorso rappresenta non solo un’opportunità per il territorio, ma anche una possibile rampa di lancio per gli aspiranti scrittori. Invito dunque a scrivere, poiché ogni narrazione costituisce un tassello per ricostruire il complesso mosaico della storia del nostro territorio. D’altronde proprio a Fano, o più in generale nella zona del pesarese, esiste una tradizione antica in questo senso: penso a Fabio Tombari e le sue Cronache di Frusaglia, all’urbinate Paolo Volponi fino ai contemporanei come Alessio Torino.Scrivere dunque anche guardando al passato, alle nostre radici e tradizioni, per alimentare nel presente la tensione verso il futuro”.
Il Concorso nasce dalla sinergia tra il pubblico e il privato, e mostra come la collaborazione tra imprese e istituti culturali garantisca la conservazione dell’identità marchigiana, e la promozione del territorio della Regione Marche.
Come sostenuto da Elena Popa, responsabile del tour operator Food and Relax, sponsor del concorso “Penso che le Marche siano bellissime non soltanto per la loro varietà di territorio ma anche per la pulizia e per le tante tradizioni che persistono ancora da tanti anni. Abbiamo sponsorizzato questo concorso perché sosteniamo questo territorio. Io credo in questo progetto perché parla e racconta del nostro territorio che è piacevolmente abitato da gente con tanta esperienza di vita! ”.
Il Concorso è gratuito e scade il 31/03/2015.

Per info e dettagli Segreteria organizzativa 0735 657562 info@100voltemarche.it
www.100voltemarche.it, www.fabbricacultura.com.

100 volti, 100 storie, 100 mi piace Vogliamo scoprire e condividere le storie e le sfaccettature della nostra Regione. Cosa ci caratterizza? Quali sono le nostre tradizioni? Raccontatecelo attraverso i volti e le storie di chi questa Regione l’ha vissuta a lungo.
Premessa
100 Volte Marche è un concorso promosso da Fabbrica Cultura in collaborazione con il tour operator Food&Relax e si avvale del patrocinio della Regione Marche e del MAB quale iniziativa di carattere culturale di rilievo regionale. Il concorso prevede l’importante supporto del Coordinamento Reg.le ICOM Italia, in rappresentanza di tutti i musei delle Marche, deputati ad essere luogo di conservazione e di memoria del contesto locale.
Obiettivo Questo concorso punta alla riappropriazione del territorio tramite un confronto con realtà culturali a noi vicine e spesso completamente ignorate, gli anziani, custodi di un sapere che scomparendo rischia di venire dimenticato.
Valorizzare la Regione Marche, in tutte le sue particolarità raccontate attraverso i volti stessi dei suoi a itanti c e rispecc iano con le loro storie e le loro vite la salu rit e l’aria uona dei nostri territori l’eccellenza dei nostri prodotti agroalimentari e delle nostre cucine, il clima favorevole di cui godiamo, il sole e il mare che ci allietano per gran parte dell’anno. Chi può partecipare l concorso rivolto a professionisti e non, provenienti da ogni luogo, a condizione che il soggetto fotografato e/o raccontato sia residente in un comune della Regione Marche.
Tema
Le fotografie e le storie dovranno riprendere i nostri concittadini più longevi nel contesto delle peculiarità storiche, artistiche, naturalistiche, culturali, enogastronomiche del territorio marchigiano.
Come partecipare Per partecipare gli utenti dovranno collegarsi al sito del Concorso (www.100voltemarche.it), accedere alla sezione dedicata e caricare le fotografie e/o le storie in formato elettronico.
– #100volti – La sezione – dedicata a fotografi, professionisti e non – prevede la realizzazione di una fotografia il cui soggetto sia, il volto di persona anziana residente nella Regione Marche.
– #100storie – La sezione narrativa prevede la redazione di una storia di vita c e racconti il segreto della longevit : l’alimentazione il mestiere le a itudini il territorio o qualunque fattore legato al territorio delle Marche. – #100mipiace – iascuna otogra ia e storia partecipante al oncorso e uindi visi ile sul portale potr essere votata dagli utenti del e . uella c e allo scadere del termine ultimo del e raio avr ottenuto il maggior numero di pre erenze risulter vincitrice della sezione 100 Mi piace.
Scadenze
La scadenza per l’inoltro delle oto e dei componimenti letterari issata per il 31 marzo 2015.
Scelta dei vincitori
giudizi espressi dalla giuria si aseranno sui seguenti parametri: creativit originalit ualit ,
aderenza al tema. La giuria sar composta da:
 Gino Troli – storico e Presidente di giuria
 Dino Cappelletti – fotografo
 Massimiliano Fabrizi – fotografo ed esperto di social media
 Valentina Conti – editrice
 Giancarlo Basili – scenografo
 Tiziana Maffei – ICOM Italia direttore rete museipiceni.
SOCIETA’

Condividi:

Rispondi