Dopo le pressioni e gli ultimatum, arriva l’addio a Forza Italia di Tarsi, Salucci & C.

Dopo le pressioni e gli ultimatum, arriva l’addio a Forza Italia di Tarsi, Salucci & C.

FANO – Oggi e’ per noi un giorno difficile e molto triste. Siamo amareggiati e delusi, ma al tempo stesso sempre più convinti di aver fatto la cosa giusta. Forza Italia e’ stato il partito al quale tanti di noi si sono avvicinati fin da giovanissimi, in cui abbiamo creduto e per cui abbiamo combattuto da ben 12 anni. Un grande partito con un grande Presidente che ha sempre portato avanti ideali di libertà e di democrazia. Qui a Fano abbiamo costituito un gruppo di giovani amministratori che hanno sempre agito in piena autonomia e hanno lavorato con passione ed entusiasmo. Come Pdl prima e come Forza Italia poi abbiamo ritenuto sin dall’inizio la candidatura di Mirco Carloni la più rappresentativa e la più competente per la nostra città. Un ragazzo di 33 anni che ha iniziato come consigliere comunale a 18 anni e che e’ cresciuto politicamente fino a diventare consigliere regionale, primo tra gli eletti nelle fila del Pdl. Durante questi anni di governo Forza Italia e’ stata un alleato fedele, disponibile e sempre presente, soprattutto per senso di responsabilità nei confronti dei cittadini.

Per lo stesso senso di responsabilità abbiamo accettato una candidatura in cui sin da subito abbiamo nutrito forti perplessità, palesate più volte a tutta la coalizione. Una volta negatoci ogni tipo di strumento meritocratico per la scelta del candidato, abbiamo rifiutato ogni imposizione e deciso di sostenere chi ritenevamo fin dall’inizio il candidato ideale per la nostra città, Mirco Carloni. Non ci sono stati calcoli di nessun genere, ma la sola valutazione di non poter sottostare sempre e comunque alle volontà altrui.  Le pressioni, le “minacce” e gli ultimatum subiti al fine di farci desistere hanno avuto il solo risultato di farci continuare dritti e a testa alta per la nostra strada, simbolo o non simbolo. I partiti sono fatti dalle persone e non dai simboli. Ora guardiamo avanti perché la passione e la dignità non si comprano, perchè gli intrighi di palazzo non ci interessano, perché questo vecchio modo di fare politica non ci piace, perché siamo distanti anni luce da questa gestione casalinga del partito che e’ sotto gli occhi di tutti. Noi siamo dalla parte di chi fa politica per passione, di chi ci mette faccia, anima e cuore. Rimane solo l’amarezza nei confronti di tutti quei ragazzi che si sono avvicinati grazie a noi alla vita politica cittadina, al ricordo di tutto il lavoro svolto, di tutte le battaglie combattute, alla sede che abbiamo affittato autofinanziandoci. Ragazzi che ora sono spettatori di uno spettacolo indegno da parte di chi sta difendendo solo la propria poltrona, da parte di chi vuole farci perdere la terza città delle Marche.
A tutto ciò, noi non ci stiamo.

Lucia Salucci
Mattia Tarsi
Marco Cicerchia
Anselmo Anselmi
Roberto Gresta
Giuliano Sartini
Brigitta Fabbricile
Fabio De Brito
Pietro Margiotta
Gioia Cini
Maura Bargnesi
Luca Rosati
Claudio Del Vecchio

Condividi:
  1. IN politica le scelte contano ma sono importanti anche i tempi. Dopo aver appoggiato Sanchioni ed essere partiti con la campagna elettorale è poco credibile cambiare idea.

    Rispondi

Rispondi