Donne e Uomini “fuori dai luoghi comuni”, incontri all’aria aperta

Donne  e Uomini “fuori dai luoghi comuni”, incontri all’aria aperta

Una boccata di aria fresca. Così si può riassumere la serata trascorsa all’ombra dei tigli durante il primo appuntamento della rassegna”Fuori Dai Luoghi Comuni”, l’iniziativa promossa insieme a Samuele Mascarin da alcune amiche che gravitano nel mondo dell’associazionismo della nostra città. Conversazioni che lasciano la parola al pubblico,che interviene sui temi che lo riguardano, che lo interessano e che non necessariamente parlano dell’ordinaria cronaca politica fanese, masemmai guardano al futuro.La novità è proprio questa: gli incontri sono solo fonte di spunti sui quali si apre il dibattito, come alla fine di una conferenza, ma senza la ripetizione di questioni che in fondo ognuno di noi conosce già, perchè riguardano la nostra stessa convivenza civile.
Così, al primo incontro, con la presenza di diverse decine di persone,sono emerse idee che raccontano di una Fano che – ancora – non c’è, ma che tuttavia sta prendendo forma.Si è scelto di cominciare la rassegna nel parco perché è ancora una definizione, ma proprio per questo si presta a essere l’incipit di questa rassegna di sognatori concreti, perchè presto il parco ci sarà e comincerà proprio sotto quegli stessi tigli che ieri hanno fatto
ombra ad alcune persone che ne hanno a cuore il futuro.
Le domande di ieri sera hanno toccato in particolare i temi della solidarietà, dell’accoglienza, della cura. In maniera molto concreta, non retorica. Suggerendo soluzioni vere, realizzabili, che partono e passano dalla sensibilizzazione dei cittadini proprio all’inclusione.
E c’è stato il tempo per le curiosità e per gli aneddoti che hanno accomunato il percorso politico di due protagonisti della vita civile della nostra città – Samuele Mascarin e Carla Luzi – che hanno dato l’impressione di avere ancora molto da raccontare.
Il prossimo appuntamento sarà mercoledì 27 luglio alle ore 21.00 sul molo dell’Arzilla, con la partecipazione di Anissa Gouizi e Sabrina Gouizi, per parlare del valore delle diversità. Un altro appuntamento da non perdere per chi ha lo sguardo lungo rivolto al futuro.

Condividi:

Rispondi