Donazione di un Bioimpedenziometro al Centro Disturbi Alimentari AV1

Donazione di un Bioimpedenziometro al Centro Disturbi Alimentari AV1

FANO – L’ASUR Marche AV1 ringrazia l’Associazione Pesarese per i Disturbi del Comportamento Alimentare per la donazione di un bioimpedenziometro al Centro Disturbi Alimentari dell’Area Vasta 1, effettuata grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro.
L’utilizzo del bioimpedenziometro nell’ ambulatorio per i disturbi alimentari è necessario per la valutazione della composizione corporea in quanto è in grado di fornire dati su metabolismo basale, massa grassa, massa magra, liquidi totali, liquidi intra ed extracellulari, rapporto sodio/potassio. Nei disturbi alimentari questi parametri sono spesso alterati, con ripercussioni sullo stato di salute anche gravi.
L’Ambulatorio DCA di Pesaro, aperto nel 1999, si occupa di diagnosi, terapia e prevenzione dei disturbi del comportamento alimentare. Da Marzo 2014 ha una sede dedicata all’interno della struttura “Galantara”.
In Maggio 2017 è stato avviato il potenziamento dell’Ambulatorio per quanto riguarda il personale dedicato e in Luglio 2017 è stata istituita la Struttura Semplice Dipartimentale Disturbi dei Comportamenti Alimentari.
La presa in carico di ogni paziente è complessa, riguarda varie dimensioni e richiede un’alta intensità di cure. I percorsi terapeutici sono personalizzati e prevedono in base alle necessità dei singoli pazienti incontri motivazionali individuali e di gruppo, psicoterapie individuali e di gruppo, psicoterapie familiari, incontri di mindfulness individuali e di gruppo, attività di supporto ai familiari, incontri nutrizionali individuali e di gruppo, incontri di terapia dello specchio, monitoraggio clinico e nutrizionale.
Nel 2017 sono stati seguiti 246 pazienti, 216 femmine e 30 maschi, con diagnosi di anoressia, bulimia, disturbo da binge eating, disturbo evitante/restrittivo dell’assunzione di cibo, e altri disturbidell’alimentazione e della nutrizione.

Condividi:

Rispondi