Domenica si apre la 53° Mostra Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato delle Marche

Domenica si apre la 53° Mostra Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato delle Marche

SANT’ANGELO IN VADO – Arte, cultura e, ovviamente, tartufo. Sant’Angelo in Vado è pronta a salutare l’inaugurazione ufficiale della 53° Mostra Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato delle Marche, una mostra che si presenta rinnovata sotto diversi aspetti, ad iniziare dalla location scelta per ospitare i commercianti di Tartufo che per la prima volta è Corso Garibaldi, proprio all’inizio del paese “perché – come ha sottolineato il sindaco, Giannalberto Luzi -, il nostro motto è ‘il tartufo al centro’”. Scelta che, stando all’affluenza di oggi, nonostante un clima incerto, sembra essere azzeccata, complice anche l’aumento dei commercianti stessi, passati da 4 a 8.

Su piazza Umberto I invece, proprio di fronte al Palazzo del Municipio, troneggia il palco eventi che sarà teatro, domani alle 11.15, del taglio del nastro che per la prima volta sarà suddiviso in tre momenti ufficiali: il primo, quello classico, effettuato a quattro mani dal governatore della Regione Marche Luca Ceriscioli e dal sindaco Giannalberto Luzi, il secondo, alle Cantine Maroncelli di Via Canale, dove il vicepresidente del consiglio regionale Renato Claudio Minardi inaugurerà la mostra d’arte contemporanea itinerante e il terzo quando l’assessore regionale Loretta Bravi “trasformerà” Piazza delle Erbe in Piazza del Territorio, luogo di incontro della Mostra grazie alla tensostruttura polivalente che, oltre ad offrire la possibilità di pranzare e cenare, animerà i pomeriggi dei bambini grazie all’intrattenimento di Ar Fun Animasion e sarà teatro, domenica 9 alle ore 16, della seconda edizione de lo Show Cooking “La Tradizione è servita”, gara di cucina riservata ai ristoratori del territorio che si pone come obiettivo quello di valorizzare il tartufo e tutte le altre tipicità della Massa Trabaria.

A portare i propri saluti all’evento, partito già oggi con l’apertura di stand, mostre e concerti, ci saranno domani tante autorità civili e militari, tra le quali i consiglieri regionale Andrea Biancani e Manuela Bora, la senatrice Camilla Fabbri, il prefetto Luigi Pizzi, il capo compartimento Anas per le Marche Oriele Fagioli, il Magnifico Rettore dell’Università di Urbino Vilberto Stocchi, il presidente della Camera di Commercio Alberto Drudi, il direttore di Confcommercio Pesaro Amerigo Varotti e una ventina di sindaci del territorio, tutti rigorosamente in fascia tricolore.

Ospite di Sant’Angelo in Vado sarà anche il sindaco di San Giustino (Perugia), Paolo Fratini, che assieme al sindaco vadese Giannalberto Luzi sta portando avanti l’idea di dare al nuovo progetto della Fano-Grosseto il nome di “La Nuova Strada del Tartufo”, un progetto che sta prendendo sempre più forma e del quale si parlerà giovedì 20 ottobre durante un convengo cui parteciperà il viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Riccardo Nencini.

Oltre alla parte istituzionale, davvero tante domani le iniziative: si va da quelle sportive con i tornei di golf, basket giovanile e orienteering, a quelle culturali con i bambini della scuola elementare Carnevali che metteranno in mostra gi antichi mestieri, fino ad arrivare ai raduni, nello specifico quello delle Auto Classiche giunto alla 23esima edizione. Per i più giovani concerto in Piazza Umberto I de i Recrive.

img_8054

img_8061

img_8066

Condividi:

Rispondi