Del Vecchio, da sempre contrario al referendum su Marotta Unita

Del Vecchio, da sempre contrario al referendum su Marotta Unita

FANO – Grande partecipazione all’incontro organizzato dal Comitato “Fano Unita” nella sede dell’ex circoscrizione di via Ferrari a Marotta. Durante la serata sono state rimarcate le diverse posizioni assunte nella vicenda del referendum di Marotta dai diversi candidati a sindaco nelle prossime amministrative del 25 maggio 2014. Il candidato di “Insieme per Fano”, Davide Delvecchio, ha detto apertamente come sia “poco  corretto  improntare la campagna elettorale sulla divisione di una frazione comunale.  Come Udc regionale ed io personalmente – ha detto il candidato a sindaco Delvecchio – da subito abbiamo espresso la nostra contrarietà  al Referendum. Diversamente da Seri che,  prima ha votato con la Provincia a favore della consultazione cittadina e poi  ( fare il gambero è divenuto il suo  modus operandi che i cittadini sapranno valutare), ha fatto passi all’indietro dicendosi contrario alla divisione di Marotta.

E’ bene ricordare, inoltre,  che  i consiglieri regionali D’Anna e Carloni si sono detti subito favorevoli a dividere la comunità marottese. La politica non può non tenere conto di una identità, di una comunità a cui verranno tolti servizi primari come scuole, farmacie e sedi distaccate del comune. Chiaramente per molti insinuarsi in alcune battaglie politiche è solo sinonimo di consensi elettorali che però non hanno una propria giustificazione, che nulla hanno a che vedere con il bene dei cittadini.  Ritengo che ragionare su di una autonomia  di Marotta di Fano e Mondolfo – ha concluso Delvecchio – poteva essere un discorso plausibile attraverso il decentramento concordato tra i due Enti comunali di alcune fattive attività e servizi, rimanendo ovviamente un territorio comunale omogeneo, sotto il vessillo del Comune di Fano, terza città delle Marche.

UFFICIO STAMPA

Condividi:
  1. Marotta non è un feudo 9 maggio 2014, 13:50

    Come si può scrivere:<>? Per chi ci hai preso? E poi dividere la comunità marottese? Adesso è divisa, caro mio. Io non parlo di Carrara perchè non la conosco, abbi il pudore di non sprolocquiare a vanvera per 4 voti.

    Rispondi
  2. Francesco Galanti 10 maggio 2014, 14:11

    Ennesimo esemplare di una specie che purtroppo conosciamo molto bene: il politichino fanese che si ricorda improvvisamente di Marotta, in campagna elettorale.. Fortunatamente siamo da tempo vaccinati, abbiamo fatto il richiamo il 9 marzo.. MAROTTA UNITA SUBITO

    Rispondi

Rispondi