Da due anni le imprese che hanno lavorato per l’A-14 aspettano di essere pagate

Da due anni le imprese che hanno lavorato per l’A-14 aspettano di essere pagate

E’ “inaccettabile” per il presidente della Camera di Commercio di Pesaro Urbino Alberto Drudi che “una quarantina di imprese, pesaresi per circa la metà, aspettino ancora di essere pagate per i lavori effettuati in sub-appalto al tratto  autostradale  tra Chiaravalle e Senigallia, in provincia di Ancona. Si tratta di una cifra enorme, 58 milioni di euro. Due anni di inutile attesa – argomenta – hanno messo a repentaglio la solidità delle imprese  stesse, alcune risultano già  chiuse. Oltre ai mancati ricavi, le  spese hanno continuato a correre (Iva, tasse) e le conseguenze ricadono in modo negativo anche sui lavoratori dipendenti, per  un totale di circa 250 persone”. Drudi chiede “alla Regione, al Ministero delle Infrastrutture, alla Società Autostrade e a  tutti i soggetti competenti di attivarsi per risolvere questa  intricata questione”. E l’assessore regionale ” convochi velocemente un incontro”. Ma il presidente della   Camera di  Commercio pesarese auspica anche che il governo Renzi “riesca a  imprimere l’indispensabile cambio di marcia anche nel settore delle opere e dei servizi pubblici, in cui mancano ormai da troppo tempo le certezze  di pagamento per le imprese private”.

Condividi:
  1. Momentaneamente i lavori son fermi perché con le nuove votazioni si farà il casello tra fano e pesaro . Quindi gli esodati in questione stiano sereni, non rompano più di tanto che più avanti il candidato sindaco a pesaro riaprirà tutti i cantieri per costruire il casello, creare ingorghi a chi lavora ma costruendo specchietto per allodole ai votanti. Intanto tutto va a rotoli.

    Rispondi

Rispondi