Confartigianato rovina la festa all’assessore al turismo Marchegiani (Video)

Confartigianato rovina la festa all’assessore al turismo Marchegiani (Video)

FANO – Mentre i 23 consiglieri neoeletti si apprestano a entrare per la prima volta nell’aula del consiglio comunale per il loro debutto (ore 17.30, via Nolfi), e il sindaco rilegge la formula del giuramento solenne e gli assessori  scelgono il vestito delle grandi occasioni, arriva la prima bordata all’indirizzo di un membro della nuova giunta di Massimo Seri. trattasi dell’assessore al turismo Stefano Marchegiani. Contro di lui un’intera categoria arrabbiata: gli operatori balneari di Confartigianato. nella nota si legge: “Per Oasi Confartigianato la stagione turistico-balneare è iniziata molto male! Ciò in quanto il Comune di Fano, invece di agevolare il compito delle imprese balneari, sta facendo di tutto per complicarlo e renderlo impossibile. Solo ieri, infatti, sono stati tolti i divieti di balneazione messi in via preventiva in tutti i siti ove ci sono le foci dei torrenti e dei vari fossi a cielo aperto. Inoltre, nonostante il sopralluogo fatto dal Sindaco, il servizio lavori pubblici non è stato in grado di pulire il sottopasso del Rio Crinaccio, che collega la Statale Adriatica a via Ammiraglio Cappellini, tanto che l’intervento è stato realizzato e pagato dagli operatori interessati. Sempre in via Ammiraglio Cappellini, come se non bastasse, proprio ieri, sono stati elevati numerosi verbali alle auto dei bagnanti. Si è avuta la conferma, al contrario di quanto avviene in Romagna e nella vicina Senigallia, che la pubblica amministrazione locale sta facendo di tutto per impedire la ripresa dell’economia ed il rilancio delle attività turistiche! La categoria degli operatori balneari, stanca ed amareggiata per quanto sta accadendo, chiede con forza alla nuova Giunta di:

–        creare una delega ad hoc per le manutenzioni ed il decoro della città;

–        proseguire l’opera di risanamento del Torrente Arzilla avviata dalla precedente Amministrazione;

–        mettere in pratica i suggerimenti dati dall’Arpam per la realizzazione delle doppie condutture in prossimità dei fossi al fine di evitare l’apposizione dei divieti di balneazione;

–        tombare e sistemare le foci dei fossi più rilevanti quali il Rio Crinaccio ed il Rio Marsigliano;

–        scongiurare nel modo più assoluto l’elevazione di contravvenzioni per divieto di sosta nelle zone mare;

–        realizzare i sottopassi ove non ci sono (vedi a Baia del Re) e provvedere alla manutenzione e alla pulizia di quelli esistenti, ivi compresi i sottopassi idraulici che, in molti casi, sono gli unici, di fatto, utilizzabili per recarsi nelle zone mare.”

UFFICIO STAMPA

 Oasi Confartigianato – Fano

Qui sotto: Rio Crinaccio a Ponte Sasso

rio-crinaccio-giugno2014 (5)

rio-crinaccio-giugno2014 (4)

rio-crinaccio-giugno2014 (3)

rio-crinaccio-giugno2014 (2)

rio-crinaccio-giugno2014 (1)

 

Condividi:
  1. >scongiurare nel modo più assoluto l’elevazione di contravvenzioni
    >per divieto di sosta nelle zone mare;
    vabbè allora è tutto inutile, se siamo arrivati ad invitare a “chiudere un occhio” verso quelli che di fatto sono reati, stiamo freschi.
    invitare a prendere i mezzi pubblici faceva schifo?

    Rispondi
  2. Fabrizio da Fano 23 giugno 2014, 15:41

    IO proporrei inoltre di non elevare le multe anche in centro perchè ci sono i negozi, in periferia perchè cosi la gente fa i calovi suoi….. ma per piacere!! questa dei bagnini è una delle poche categorie che dovrebbe stare zitta e muta con l’amministrazione e sopratutto l’Agenzia delle Entrate!!

    Rispondi
  3. Una proposta di modifica del codice della strada no? Lo vogliamo inventare o no il cartello di divieto di sosta eccetto turisti? E li lasciamo parcheggiare in curva, negli incroci, sulle ciclabili….

    Rispondi
  4. Signori miei benvenuti nel paese delle meraviglie! Per il lungomare sassonia questa richiesta è già realtà….invito tutti a parcheggiare su strisce pedonali incroci a raso doppia fila a volte anche auto o furgoni sulla stessa passeggita (pedonale?)! Quello che altrove è utopia qua è realta….venghino signori venghino!!!

    Rispondi
  5. Nella zona lido/porto stanno attuando la direttiva già da tre anni… le ztl sono solo per bellezza!!!! Parcheggi selvaggi, sui marciapiedi, davanti le porte delle abitazioni impedendo l’uscita… e noi paghiamo un permesso che non ha più valore.

    Rispondi

Rispondi