Commissariato di Fano: Controlli straordinari, un arresto e quattro denunce

Commissariato di Fano: Controlli straordinari, un arresto e quattro denunce

Personale della Polizia di Stato in servizio presso il Commissariato di P.S. di Fano, nei giorni scorsi, ha effettuato controlli straordinari sul territorio di competenza, come disposto dal Questore di Pesaro e Urbino, dott. Antonio Lauriola, tramite l’impiego di 10 unità appartenenti ai settori anticrimine e volanti/controllo del territorio e con il rinforzo di pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine di Perugia.

In tale contesto sono state identificate 126 persone, soprattutto all’interno di esercizi pubblici. Di queste ultime una è stata tratta in arresto e quattro, tra cui una minorenne, denunciate a piede libero, mentre un giovane, trovato in possesso di droga nei pressi di un istituto scolastico è stato segnalato quale assuntore alla locale Prefettura ed infine un ammonimento è stato notificato a uno stalker, con conseguente ritiro di alcune armi detenute dallo stesso.

Le 4 denunce a piede libero hanno riguardato 3 casi di truffa e uno relativo alla ricettazione di un cellulare precedentemente rubato all’interno di una discoteca di Calcinelli di Saltara, trovato in possesso di una minorenne, 17enne, di nazionalità rumena, controllata nel parco di Rosciano.

Le truffe hanno riguardato l’acquisto di 2 personal computer portatili per un valore di 1300 euro circa acquistati in un esercizio sito in zona centrale di Fano tramite due assegni risultati non avere copertura finanziaria da parte di una 30enne di origini foggiane residente a Fano e due truffe c.d. on-line, perpetrate tramite noto portale internet riguardanti acquisti da parte di 2 fanesi di un gonfiabile per bambini e una macchina fotografica che, a fronte di pagamenti effettuati, tramite bonifici, rispettivamente di 600 e 350 euro, non sono mai stati consegnati dai presunti venditori, un 50enne di origini campane e una locale 35enne, rintracciati e denunciati dagli agenti del Commissariato fanese per il reato di truffa.

Sempre nel corso dei controlli effettuati su strada e all’interno dei alcuni bar cittadini dagli agenti, coordinati dal Dirigente del Commissariato, dott. Stefano Seretti, è stato rintracciato un 60enne di origine laziali destinatario di un provvedimento di carcerazione per anni 4 emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Brindisi per reati finanziari riguardante fallimenti e quindi accompagnato alla casa circondariale di Villa Fastiggi.

Un 40enne fanese, già conosciuto alle Forze di Polizia per reati contro la persona, esperto di arti marziali orientali, già destinatario di un provvedimento di ammonimento del Questore di Pesaro per atteggiamenti persecutori nei confronti di una ragazza fanese di 35 anni, motivo per il quale gli erano state ritirate diversi armi per uso caccia, regolarmente detenute, è stato rintracciato dopo aver nuovamente importunato la vittima in un locale pubblico sito in zona mare e, per tale motivo, denunciato a piede libero per atti persecutori.

Infine, nel corso di controlli effettuati dagli agenti del Commissariato nei pressi di un istituto scolastico sito in piazza Amiani, è stato rintracciato un 35enne fanese, già conosciuto per reati inerenti gli stupefacenti, il quale si trovava in compagnia di giovani studenti, trovato in possesso di 5 grammi di sostanza stupefacente del tipo hascisc e, per questo, segnalato alla locale Prefettura in qualità di assuntore.

Condividi:

Rispondi