Comitato Provinciale sull’Ordine e la Sicurezza Pubblica: illustrati i dati relativi alla criminalità

Comitato Provinciale sull’Ordine e la Sicurezza Pubblica: illustrati i dati relativi alla criminalità

CARTOCETO – Si è svolto questa mattina a Cartoceto, nella sala del Consiglio Comunale, il Comitato Provinciale sull’Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduto dal Prefetto Attilio Visconti e che ha visto la presenza anche della Questura, della direzione della Polizia Stradale, di tutte le rappresentanze delle forze dell’ordine con i comandi provinciali dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, dei Vigili del Fuoco, della Guardia Forestale, del rappresentante provinciale delle associazioni di volontariato di Protezione Civile e dei sindaci di Serrungarina e Mombaroccio.
Il Prefetto, in apertura, ha illustrato i dati dell’anno in corso relativi agli episodi di criminalità nel territorio ricompreso tra i comuni di Cartoceto, Saltara, Serrungarina e Mombaroccio, evidenziando come la situazione, seppur sostanzialmente stabile nei numeri rispetto all’anno precedente, non deve far abbassare la guardia soprattutto per quanto riguarda i furti, in leggero aumento in questo periodo autunnale.
Il Prefetto ha esortato inoltre i sindaci presenti, che hanno raccolto l’invito, a fare rete e a provvedere alla graduale installazione di sistemi di videosorveglianza e di monitoraggio secondo piani integrati, affinché il territorio possa essere controllato in entrata e in uscita lungo gli assi viari principali. Ulteriori solleciti da parte dell’autorità del Governo sul territorio, sono arrivati per gli incontri pubblici finalizzati all’educazione dei cittadini sul tema della sicurezza, affinché sia considerata aspetto prioritario parimenti ad altre necessità registrabili sul territorio. Così come il dovere per le amministrazioni locali di collaborare con tutte le forze dell’ordine e con i gruppi volontari di protezione civile che possono fungere da occhi vigili allertando di conseguenza le autorità competenti.
“Ringrazio il Prefetto per aver scelto Cartoceto quale sede per il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica: certamente gli spunti emersi questa mattina hanno contribuito ad impreziosire le prossime strategie locali che le amministrazioni dovranno attuare per la vigilanza del territorio”.
“Ma i sindaci e le forze dell’ordine non vanno assolutamente lasciati soli: servono da parte del Governo e della Regione risorse a sostegno degli sforzi profusi, affinché ci si possa dotare di piani intercomunali di sicurezza e di dispositivi che possano costituire elementi di deterrenza importanti per i malviventi”.
“Inoltre, considerato l’imminente inizio della stagione invernale, l’incontro è stato propizio per approfondire la situazione di pericolo delle mura di Cartoceto da un punto di vista del piano di emergenza in caso di ulteriori crolli”.
“Abbiamo raggiunto l’accordo di elaborare congiuntamente un piano di emergenza ad hoc per la situazione delle mura di Cartoceto. Ringrazio in questo senso il Prefetto per il supporto e la sensibilità dimostrata”.
“In questo modo Cartoceto avrà a disposizione un piano, del quale verrà poi informata la cittadinanza, indicante le procedure da seguire pedissequamente secondo l’ordine della criticità registrata sulla base dei dati metereologici forniti dal centro funzionale regionale e di quelli raccolti con frequenza adeguata dagli strumenti di rilevazione e misurazione di eventuali spostamenti”.

Condividi:

Rispondi