Ceriscioli: “Soddisfatto dell’esito delle Primarie. Ora avanti tutti insieme”

Ceriscioli: “Soddisfatto dell’esito delle Primarie. Ora avanti tutti insieme”

MARCHE – Primarie, il giorno dopo. A neanche ventiquattro ore dalla giornata che lo ha designato candidato del centrosinistra alla carica di Presidente della Regione Marche e non prima di avere trascorso la mattinata con i suoi studenti dell’Itis di Urbino, l’esponente del PD Luca Ceriscioli incontra i giornalisti per condividere questo importante risultato.

“Da oggi parte un percorso di cambiamento per tutte le Marche – ha esordito Ceriscioli –. Ieri c’è stata una grande partecipazione, in tanti hanno voluto cogliere l’opportunità di scegliere il candidato per la guida della nostra Regione per i prossimi cinque anni. Sono soddisfatto di questa forte adesione e del risultato ottenuto. Ora si va avanti tutti insieme”.

È l’impronta del cambiamento quella che descrive subito l’ex sindaco di Pesaro. Mette, quindi, in fila tre concetti basilari per il nuovo corso delle Marche: una Regione più vicina ai territori, agli amministratori e ai cittadini; trasparenza e sobrietà; contenuti e concretezza tipica di un sindaco.

“Anche in Campania gli elettori delle Primarie hanno scelto un sindaco – ha sottolineato Ceriscioli – non credo sia un caso, piuttosto il segno di una sintonia sul come affrontare il momento che stiamo vivendo. Ci tengo anche a ringraziare immensamente i tantissimi volontari che hanno contribuito allo svolgimento delle Primarie”.

Quindi, gli obiettivi più prossimi. Ceriscioli ha delineato come primo passo da fare il lavoro sull’alleanza, spingendo il Centro a proseguire la collaborazione con il centrosinistra, che si è dimostrata forte e proficua, un patrimonio da non disperdere. “È la scelta migliore – ha detto l’ex sindaco di Pesaro – anziché andare verso avventure con chi ha ruoli che non vuole abbandonare. Noi vogliamo stare con chi è capace di rinnovarsi”.

Ceriscioli, dopo aver espresso apprezzamento per i tanti messaggi di congratulazioni ricevuti, tra cui la telefonata del suo principale competitor, l’altro candidato PD, Pietro Marcolini e quella del vice segretario nazionale del Partito Democratico, Lorenzo Guerini, si è dedicato a rispondere alle domande dei giornalisti.

Tra i temi toccati, la previsione del risultato delle Primarie, in linea, a detta di Ceriscioli, con la buona sensazione che ha sempre avuto, la conferma di una Giunta a sua eventuale guida composta da tre uomini e tre donne, la volontà di rivoluzionare l’apparato amministrativo regionale, nel segno di una riorganizzazione con meno burocrazia, più orientamento al risultato e più selezione per qualità.

Condividi:

Rispondi