Ceriscioli si appella a Renzi: fai qualcosa per sbloccare la situazione nelle Marche

Ceriscioli si appella a Renzi: fai qualcosa per sbloccare la situazione nelle Marche

PESARO – Il segretario del Pd Matteo Renzi “s’impegni in prima persona per risolvere lo stallo che si è creato nel partito delle Marche dopo la decisione della commissione nazionale di garanzia che ha di fatto ha portato all’esclusione della mia candidatura alla segreteria regionale del Pd. Un atto politicamente non ricevibile”. Lo afferma il sindaco di Pesaro Luca Ceriscioli dopo il parere espresso dalla Commissione circa la sua non candidabilità perchè sindaco ancora in carica, sebbene in scadenza. “Un parere – aggiunge Ceriscioli – che sa di vecchie logiche e regolamenti di conti tra correnti, che conferma la sua assurdità nel fatto che anche Michele Emiliano, futuro segretario regionale del Pd della Puglia, è candidato sebbene le regole dello statuto potrebbero impedirglielo, come invece la commissione ha stabilito per la mia candidatura. Per non parlare del fatto che il nostro segretario nazionale è attualmente sindaco di Firenze e già candidato al secondo mandato”. Ceriscioli si augura che “prevalga il buon senso e che almeno si riesca a rinviare il congresso a dopo le elezioni amministrative”.

FOTO: Luca Ceriscioli, secondo da destra

Condividi:

Rispondi