Ceriscioli in elicottero verso Arquata del Tronto

Ceriscioli in elicottero verso Arquata del Tronto

”Sto per recarmi in elicottero ad Arquata del Tronto, uno dei centri più colpiti dal sisma: il piano di emergenza e soccorso è pienamente attivo in tutti i Comuni interessati. Sono in contatto costante con Palazzo Chigi e il sottosegretario Claudio De Vincenti e il direttore del Dipartimento di Protezione civile Curcio”. Lo ha detto all’ANSA il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli. Fra le misure già approntate, ”il trasferimento di 40 degenti dell’ospedale di Amandola, terremotato, nel nosocomio e presso l’Inrca di Fermo, e quello dei 25 ospiti della Casa di riposo di Castel Sant’Angelo sul Nera in strutture limitrofe”. Punti medici avanzati sono stati attivati ad Arquata del Tronto e Pescara del Tronto, e sono state attivate sale di rianimazione negli ospedali, con l’estensione oraria del servizio di eliambulanza e la mobilitazione delle ambulanze dell’Anpas.

“Il sistema di emergenza è pienamente operativo, stiamo lavorando per raggiungere tutti i comuni colpiti dal terremoto”: è quanto dice Luca Cari, responsabile della comunicazione in emergenza per i vigili del Fuoco. “Siamo già ad Amatrice ed in altri centri colpiti in misura minore – speiga – mentre troviamo molte difficoltà per raggiungere Accumoli”. Sui luoghi colpiti dal sisma stanno confluendo squadre di vigili del fuoco oltre che dal Lazio anche dalle regioni limitrofe: sono operative squadre ordinarie e squadre di specialisti, tra cui cani addestrati nella ricerca di persone tra le macerie. Sono, inoltre, al lavoro anche squadre specializzate nel movimento terra, attività indispensabile per superare alcuni blocchi stradali determinati da caduta di sassi e da alcuni smottamenti”. Sulle aree del sisma sono in volo cinque elicotteri dei vigili del fuoco, alcuni dei quali sono impegnati anche nel trasporto di feriti.

Condividi: