Caso Grizzly, Paolini (Lega Nord): “Il vero convitato di pietra è il Demanio”

Caso Grizzly, Paolini (Lega Nord): “Il vero convitato di pietra è il Demanio”

FANO- “Nella encomiabile vicenda del Grizzly, piccola per dimensioni , ma emblematica del caos che regna nelle istituzioni italiane, dove chi urla più forte ha sempre ragione, c’è un grande assente: il Demanio. Il Comune, non ha torto, dice che non essendo suo il bene non può fare nulla contro l’occupazione (potrebbe fare altro ma lasciamo perdere) ; Il Sindaco Seri dice che non accetta lezioni di legalità da nessuno mentre il suo Assessore alla Legalità anticipa che, quando il bene passerà al comune, regolarizzerà la situazione. (deve essere un nuovo istituto di diritto penale e amministrativo, una sorta di “promessa di indulgenza plenaria futura” legittimante un abuso attuale…. ).
Nel frattempo però non trova nulla di strano che i “ragazzi” del Grizzly impediscano per 3 ore l’accesso della polizia ad una struttura occupata, dando tempo agli occupanti di sistemare eventuali magagne o disfarsi di molte cose. Se questa è la “legalità” auspicata da Mascarin, e dal PD….Dio ci scampi ! (A proposito, assessore Mascarin: ma se gli occupanti non avevano nulla da nascondere come spiega lei il fatto che non hanno fatto entrare gli agenti per tre ore? )
Chi manca all’appello – vero convitato di pietra – è la Direzione del Demanio. Sconoscesi se sia al corrente della vicenda (dovrebbe), se abbia mai presentato denuncia formale per la occupazione di un bene pubblico o se abbia attivato altre tutele.
Infine, vorremmo sapere dal Comune se l’edificio occupato rientra nella “area marginale” di cui alla pratica di trasferimento n. 8426 che ha ottenuto parere positivo 07.04.14, e per la quale è stato emesso provvedimento di trasferimento il 16.05.14, alla “Area denominata Vecchio Aeroporto – aliquota” di cui al parere favorevole 15.12.2014, di cui non risulta acquisita la relativa delibera consigliare nè emesso il decreto di trasferimento…o ad altra, distinta e diversa dalle due predette. Il tutto per capire come stanno realmente le cose”.

Condividi:

Rispondi