Carro Rossini ormeggia, Ricci: «Emozione per la città della musica»

Carro Rossini ormeggia, Ricci: «Emozione per la città della musica»

PESARO – L’ormeggio del carro di Rossini, per il sindaco, «è un piccolo evento già
di per sé». Capace di radunare un novero di curiosi sul molo di calata Caio Duilio,
oltre a due classi della primaria di Largo Baccelli. «Con gli alunni stiamo
approfondendo la figura del Maestro, non volevamo mancare», spiegano gli
insegnanti della Chiara Lubich. Sul posto i maestri carristi Pierluigi Piccinetti e
Ruben Mariotti. «Un’operazione nautica complessa, considerate le dimensioni. Per il
trasporto via mare abbiamo atteso il mezzo specializzato e condizioni meteo
favorevoli. Tutti hanno collaborato, c’è stato gioco di squadra», rileva il comandante
della Capitaneria Silvestro Girgenti sul trasporto via mare. «Siamo parte di Pesaro e
con piacere abbiamo dato il nostro contributo», aggiunge il direttore operativo del
Cantiere Rossini Gianluca Devicienti. Il carro sfilerà domenica 11 marzo, con
partenza alle ore 11, dal Basket Giovane alla Palla di Pomodoro. Scortato da quelli di
Villa Fastiggi e Candelara. Musica di Rossini e ‘getto’ di caramelle e cioccolatini:
«Sarà un momento di festa per i bambini – evidenzia Matteo Ricci -. Per diversi
giorni si potrà ammirare la creatività dei carristi di Fano in piazzale della Libertà. Poi
vogliamo allestire una mostra itinerante per la città, con gran parte dei pezzi». Per il
sindaco, «è una grande emozione per i pesaresi nell’anno del 150esimo. Grazie a
Piccinetti, alla Carnevalesca e a chi ha creduto nel progetto di collaborazione tra le
due città. Insieme a chi ha curato il trasporto, dalla Capitaneria al Cantiere Rossini. E’
la dimostrazione che quando Pesaro e Fano collaborano, in primis sulla cultura,
possono fare grandi cose».

Condividi:

Rispondi