Carnevale di Fano. Il programma di questo fine settimana

Carnevale di Fano. Il programma di questo fine settimana

FANO –  È iniziato ufficialmente ieri pomeriggio, con la presentazione del libro giallo “Carnevale Rosso sangue” di Glauco Faroni, il programma del Carnevale di Fano 2014. Nella sala di rappresentanza della Fondazione Carifano, un centinaio di persone, hanno ascoltato con attenzione la presentazione del volume, accompagnata anche da momenti di lettura e recitazione dello stesso brano, interpretato per l’occasione da Nicola Gaggi. Il libro scritto da Glauco Faroni è il quinto episodio della serie di gialli che vede come protagonista il commissario Giannetti. La vicenda si svolge a Fano intorno agli anni ’70 e vede come protagonisti sfortunati della storia una tenutaria che viene ritrovata agonizzante e il famoso carrista (nato dalla fantasia dell’autore) Pierpiero Picciotti. I due episodi all’inizio non sembrano collegati ma il commissario Giannetti, indagando riuscirà a risolvere il caso.

Nella giornata di oggi, sabato 8 febbraio, prenderà il via la mostra “Fratello Carnevale e sorella cartapesta” pensata e allestita da Riccardo Deli, tra i più apprezzati artisti del Carnevale, visitabile dalle 18 di oggi, e poi dal lunedì al venerdì dalle 16.30 alle 19.30, il sabato e la domenica dalle 9 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 19.30.

Nella storica cornice dell’ex chiesa di San Michele, Riccardo Deli, noto a Fano per essere stato capo carrista dal 1981 al 2009, ripercorre la sua carriera di maestro del Carnevale di Fano, esponendo molte delle sue opere. Foto di carri del passato, bozzetti da cui le maestose costruzioni di cartapesta sono nate e altri rimasti solo un tratto di matita su un foglio, oltre a 40 bassorilievi tutti realizzati dall’artista con la tecnica della cartapesta. I lavori saranno suddivisi per argomenti, ci saranno quelli dedicati ai bambini, allo sport, all’astrologia, a Fano e al folclore fanese, al mare e tanto altro. Una mostra per raccontare una carriera lunga quasi 30 anni con tanti “reperti” storici anche inediti, che sarà possibile ammirare fino a domenica 16 febbraio.

Nicola Gaggi l'autore Glauco Faroni mentre firma uno dei suoi libri la sala Glauco Faroni e Luciano Cecchini

Condividi:

Rispondi