Carloni risponde a Del Vecchio: solo io ho avuto il coraggio di rompere un patto di potere

Carloni risponde a Del Vecchio: solo io ho avuto il coraggio di rompere un patto di potere

FANO – “L’unico accordo che io ho stretto è quello con i cittadini, se Delvecchio vuole trovare chi fa patti con la sinistra deve guardare al suo fianco mentre ignobili e vergognose sono solo le sue parole, che non superano la soglia dell’onestà intellettuale”. In modo sdegnato e con un riferimento indiretto ad Aguzzi, Mirco Carloni replica alle illazioni del candidato sindaco di “Insieme per Fano” su una presunta strategia per fare vincere alle elezioni la sinistra.

“Le menzogne di Delvecchio sono offensive, denotano un grande nervosismo e hanno le gambe corte – afferma il candidato sindaco della coalizione “La scelta giusta per Fano” – perché le elezioni comunali le vincerà la mia coalizione e perché è proprio il suo partito, l’Udc, a governare in Regione con il Pd. Non ho alcun interesse ad avere in futuro un ruolo primario in Regione per il semplice motivo che nei prossimi cinque anni sarò il sindaco di Fano, grazie a un risultato elettorale che sorprenderà quanti negli ultimi anni sono rimasti chiusi nel Palazzo. Nei miei confronti continua l’opera di denigrazione degli ex alleati di “Uniti per Fano” solo perché ho avuto il coraggio di rompere un patto di potere, voluto da Aguzzi insieme a Falcioni e Delvecchio, che pretendeva ancora una volta di mettere un esponente della sinistra a capo del centrodestra. Ed è Proprio Delvecchio che, schierandosi in seguito contro di me, ha favorito la sinistra. I fatti sono questi e parlano chiaro”.

Per Carloni i tempi sono cambiati: “La mia candidatura è nata fuori dai partiti e dai vecchi schemi della politica per dare risposte concrete ai problemi della città attraverso l’energia dei giovani, le competenze della buona politica e l’innovazione della società civile. Ogni giorno che passa ricevo conferme dai cittadini che sono sulla strada giusta”.

“Io non sono un politico di professione – precisa Mirco Carloni -perché sono un procuratore legale e ho un’attività imprenditoriale privata, quindi conosco i problemi della città. I poteri forti, a differenza di Delvecchio e Aguzzi, li combatto realmente con i fatti e non a parole, tanto da ricevere querele intimidatorie che poi vengono regolarmente archiviate perché dico solo la verità. Infine, con il Pd ci sono doverosi contatti istituzionali in Regione perché come consigliere ho il compito di risolvere i problemi dei fanesi, ma non c’è alcuna strategia politica comune. Tanto che il sindaco di Pesaro mi ha fatto i complimenti per il mio incontro con il ministro Lupi finalizzato a sbloccare il progetto del casello di Fano Nord ma a differenza del Pd, dopo che Mezzolani ci ha presi in giro sull’ospedale unico, voglio difendere il Santa Croce e ho già detto che sono contrario a una struttura di quell’impatto ambientale a Fosso Sejore. Se ci fossero i fondi pubblici e il progetto fosse partecipato e condiviso dalla popolazione, penso che un ospedale unico provinciale potrebbe essere costruito solo in una zona baricentrica come Santa Maria dell’Arzilla”.

UFFICIO STAMPA

Condividi:

Rispondi