Carloni: Il Parco dell’aeroporto è una priorità

Carloni: Il Parco dell’aeroporto è una priorità

FANO – “La realizzazione del parco dell’aeroporto è avvertita come una priorità da buona parte della città di Fano e lo sarà anche per l’amministrazione comunale che mi candido a guidare”. Mirco Carloni, alla testa della coalizione elettorale “La scelta giusta per Fano”, prende posizione nel dibattito degli ultimi giorni sulla valorizzazione del polmone verde attiguo all’aeroporto di Fano. Era stata l’associazione Argonauta a sollecitare i candidati sindaco a dare una risposta sul progetto del parco.

L’impegno lo assume chiaramente Mirco Carloni. “Penso che un grande parco urbano possa valorizzare la qualità ambientale e la vita di relazione in città – afferma il candidato sindaco -. A suo tempo mi spesi affinché Enac, l’Ente nazionale dell’aviazione civile, assumesse un impegno per l’asfaltatura della pista dell’aeroporto, che migliorasse le condizioni di sicurezza e favorisse i voli commerciali e turistici a sostegno dell’economia del territorio. L’opzione resta valida, ora che si profila uno spiraglio per l’uscita dalla crisi, ma non ho mai ritenuto che questo progetto fosse alternativo al parco. Al contrario penso che un grande parco urbano sia un’importante risorsa per i bambini, i ragazzi, gli anziani e, in generale, le famiglie di Fano. Un luogo per attività sportive dolci, giochi, incontri, passeggiate, letture, l’occasione insomma per inserire e vivere la natura in città”.

L’incarico affidato al professor Fabio Salbitano dell’Università di Firenze, esperto di ecologia del paesaggio, non ha avuto purtroppo seguito. “Certamente non è stata manifestata un’adeguata volontà politica su questo punto da parte della giunta uscente. Candidandomi a sindaco ho detto che voglio ribaltare la città e con la coalizione che mi sostiene, che tra l’altro vede in campo quattro liste civiche, lo farò anche per questo obiettivo. La partecipazione politica è la cifra di questo mio nuovo impegno e in questo senso intendo recuperare anche lo spirito originario del progetto per il parco, sperimentando forme innovative di partecipazione nella progettazione e nella manutenzione dell’arredo dell’area verde, per cui deve essere bandito un concorso di idee. Inoltre, attraverso la Regione Marche, dobbiamo sfruttare i Finanziamenti Europei per la forestazione urbana”. Restano da risolvere questioni tecniche come quella della proprietà demaniale dell’area ma Carloni vuole sgombrare subito il campo da una nota controversia politica. “Credo che sia da rivedere la previsione urbanistica della strada cosiddetta “ammazzaparco” che ha provocato la dura opposizione degli ambientalisti. E’ tempo di superare sulle cose da fare per la città certe contrapposizioni ideologiche, che in un recente passato hanno avvelenato il clima politico, e di sviluppare una forma il più possibile condivisa e partecipata di governo. Il parco dell’aeroporto – conclude Mirco Carloni – peraltro non è un impegno isolato di “La scelta giusta per Fano” ma rientra in un progetto di sviluppo sostenibile, che sarà presto illustrato alla città, comprendente anche un piano per le piste ciclabili”.

UFFICIO STAMPA

Condividi:
  1. Oltre al grande Parco Urbano in zona aeroporto, anche un piccolo – ma non per questo meno importante – parco retrospiaggia in luogo della ex-go kart darebbe un gran bell’impatto dal punto di vista della vivibilità, nonchè dell’attrattiva turistica che sopratutto in zona sassonia sud lascia davvero molto a desiderare…

    Rispondi
  2. veramente incommentabile, Carloni riesce a dire tutto e il contrario di tutto di quello che diceva quando era vicesindaco a Fano!
    Senza pudore!

    Rispondi

Rispondi