Cambio al vertice della Guardia di Finanza di Pesaro. Subentra il col. Antonino Raimondo

Cambio al vertice della Guardia di Finanza di Pesaro. Subentra il col. Antonino Raimondo

PESARO – Si è svolta oggi, giovedì 28 agosto 2014, presso la sede del locale Comando Provinciale, la cerimonia del passaggio di consegne tra il Comandante cedente, Colonnello Francesco Pastore, e il subentrante, Colonnello t. ST Antonino Raimondo.

Ha presenziato alla cerimonia il Generale di Brigata Umberto Sirico, Comandante Regionale delle Marche.

Il Colonnello Francesco Pastore lascia il Comando Provinciale di Pesaro dopo cinque anni di intenso lavoro, nei quali le Fiamme Gialle pesaresi si sono distinte per l’assiduo impegno e l’indiscussa professionalità prestati giornalmente a tutela degli interessi finanziari ed economici dello Stato, delle comunità locali e soprattutto dei cittadini.

Il Colonnello Pastore è stato destinato al Comando Regionale Emilia Romagna.

Il Col. t. ST Antonino RAIMONDO, 43 anni, è nato a Catania; è coniugato ed ha una figlia.

Ha frequentato l’Accademia della Guardia di Finanza dal 1990 al 1995. Al termine degli studi ha comandato la Tenenza di Albenga (1995-1998), la Compagnia di Palmi (1998-2001) e la Compagnia di Siracusa (2001-2004). Dal 2004 al 2007 è stato Capo Sezione al Comando Generale di Roma, II Reparto “Ricerca e Relazioni Internazionali”. Dopo la frequenza del Corso Superiore di Polizia Tributaria (dal 2007 al 2009), ed il conseguimento del relativo titolo, nel 2009 è stato assegnato al Nucleo di Polizia Tributaria di Firenze ove ha svolto, nel tempo, i seguenti incarichi: comandante del I Gruppo Tutela Entrate, capo Ufficio Operazioni e, dal 2011, comandante del Gruppo di Investigazione sulla Criminalità Organizzata.

Laureato in “Giurisprudenza” presso l’Università degli Studi di Milano, in “Scienze della Sicurezza Economico-Finanziaria” presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” ed in “Scienze Politiche” presso l’Università degli Studi di Trieste, nel 2009 ha conseguito il Master universitario di II Livello in “Diritto Tributario dell’impresa” presso l’Università Commerciale “Luigi BOCCONI” di Milano. E’ abilitato all’esercizio dell’attività forense.

Ha svolto incarichi di docenza, anche presso la Scuola di Polizia Tributaria, ed è stato componente dell’Unità di Ricerca dell’Università di Pisa del “Programma di Ricerca Scientifica di Rilevante Interesse Nazionale” sulla tematica del ravvicinamento della legislazione a contrasto del riciclaggio nella prospettiva del diritto comunitario e dei suoi effetti sul diritto interno. Coordinatore presso la Scuola Superiore della Magistratura nel corso “Indagini e dibattimento nei reati di criminalità organizzata”, è stato docente per il progetto “Lezioni di mafia” prodotto da RAI Scuola ed i Ministeri della Giustizia e dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Condividi:

Rispondi