Bertoglio e Zaffini (Fdi – AN): “Porteremo le nostre proposte per la sicurezza di Fano”

Bertoglio e Zaffini (Fdi – AN): “Porteremo le nostre proposte per la sicurezza di Fano”

MARCHE – Le politiche sull’immigrazione ideate dal Governo Renzi si stanno rivelando sempre più un fallimento: 150 mila clandestini sbarcati finora in Italia, 3 mila morti nei naufragi, più di 100 milioni di euro dei contribuenti italiani spesi per Mare Nostrum, i nostri servizi segreti che segnalano la possibilità che terroristi si infiltrino insieme ai clandestini, il rischio della diffusione di pericolosissime malattie e le nostre città avvolte nel degrado. È assolutamente necessario mettere fine a questo spettacolo indegno.Ogni giorno in Italia e nella nostra provincia, personale delle forze dell’ordine viene impiegato per fronteggiare una situazione giunta al collasso e quindi distratto dal normale servizio d’istituto di prevenzione dei crimini, controllo del territorio e soccorso pubblico. Gli agenti di polizia, infatti, nonostante la carenza di organico e la mancanza di mezzi adeguati, gestiscono con grande professionalità la situazione che a quanto pare non può più essere gestita con sistemi ordinari.Gli immigrati che sbarcano sulle coste del Mediterraneo vengono smistati nelle nostre città per essere accolti e identificati con un impiego di uomini e risorse straordinario. Oltretutto non sono isolati i casi di profughi e clandestini che oppongono resistenza passiva al fotosegnalamento o che fuggono indisturbati dalle strutture di accoglienza creando una serie di problematiche operative per gli agenti impiegati e per la sicurezza della collettività. Le forze dell’ordine, i nostri territori e tutti i cittadini stanno pagando le conseguenze di una gestione miope ed inidonea dell’emergenza profughi e clandestini da parte del Governo Renzi e dell’Europa, che non fa altro che rassicurarci a parole ma che poi ci lascia soli in balia di un esodo disumano e senza fine. Non bisogna dimenticare, infine, che oggi chi arriva nel nostro territorio,trova una provincia al collasso,con la più alta percentuale di aziende fallite e con le più alte percentuali di disuccupazione e sfratti. L’episodio avvenuto alla stazione di Fano è l’ultimo di una lunga serie,ma purtroppo siamo certi che non sarà l’ultimo che accadrà. Alla città di Fano,servono più uomini per il controllo del territorio, serve sicuramente ripensare immediatamente alla riapertura di un presidio della Polizia Locale alla stazione,come da noi già chiesto nei primi giorni di Settembre, oltre che provvedere con la collaborazione delle Ferrovie ad un sistema di video sorveglianza. Ma siamo anche certi che il Comune debba essere molto più attivo con gli strumenti che può esercitare nel contrasto alla microcriminalità e al mantenimento dell’ordine e della sicurezza. Prenderemo un appuntamento con il Sindaco Seri e porteremo le nostre proposte per la sicurezza di Fano,non siamo come qualcuno che nei momenti di crisi va sui giornali per avere visibilità,siamo fermamente convinti che in questi momenti serve calma e unità nel solo interesse dei nostri cittadini.

Angelo Bertoglio
Portavoce Provinciale Fdi-AN Pesaro Urbino

Roberto Zaffini
Consigliere Regionale Fdi-AN

Condividi:

Rispondi