Bene Comune: “Quanto tempo manca al cartello ‘Fano, quartiere di Pesaro’?”

Bene Comune: “Quanto tempo manca al cartello ‘Fano, quartiere di Pesaro’?”

FANO – “Le omelie del Vescovo Armando da alcuni mesi hanno assunto l’aspetto di autentiche invettive sociali, che denunciano coraggiosamente il degrado progressivo e apparentemente inarrestabile verso cui sta andando la nostra bella Città e il suo territorio, con conseguente ricaduta occupazionale (la cosa che più preoccupa il Vescovo), ma la sua voce arriva ovattata nei Palazzi della politica fanese.
In particolare in via S. Francesco tutto tace. O meglio dalla Residenza municipale giungono le grida della lotta intestina che si sta consumando dopo l’uscita di scena per la tanto attesa elezione regionale di Minardi, col Sindaco Seri a guardare impotente. Emblematico il caso di Davide Rossi, annunciato come subentrante nello staff del Sindaco: una decisione discutibilissima politicamente ma del tutto legittima sul piano tecnico e giuridico.
Con lo stesso Rossi – in teoria uomo di piena fiducia di Seri – che dopo l’altolà del PD e di SEL (ma certe scelte non si concordano prima tra buoni alleati?) con un clamoroso voltafaccia declama il “de profundis” proprio del Sindaco, dichiarandone la sostanziale inadeguatezza sia come carattere sia come capacità decisionale.
In questo guazzabuglio – mentre nel PD si sgomita (Rosetta Fulvi, una dei tanti “deja vu” in testa) e SEL continua a vivere la contraddizione palese di essere all’opposizione a Roma e in maggioranza a Fano – chi si preoccupa dei problemi reali della Città? L’acqua resterà pubblica? Chi difende il pezzo d’Ospedale rimasto e semmai cerca di potenziarlo? Chi presidia che gli uffici dell’ASUR non vengano spostati a Urbino e l’Agenzia delle Entrate a Pesaro? Chi presidia autorevolmente i lavori di ripulitura del Porto? Chi si impegna perché l’Istituto Alberghiero S. Marta (di cui metà studenti sono fanesi) possa effettivamente trasferirsi a Fano?
Fano langue, Pesaro se la ride. D’altra parte basta guardar la trasformazione dei due lungomare, con Pesaro – dalla pista ciclabile ad ogni tipo di esercizio commerciale – completamente e modernamente rifatta e Fano rimasta tristemente quello che già era, solo un po’ più “invecchiata”.
Quanto tempo manca al cartello : “Fano, quartiere di Pesaro”?”.

Condividi:

Rispondi