Beach tennis indoor Csi, buona la prima

Beach tennis indoor Csi, buona la prima

PESARO – Un’intera provincia coinvolta da Pesaro a Marotta, 14 squadre per un totale di
circa 100 giocatori. Va in archivio con numeri più che positivi il 1° campionato provinciale a squadre di beach
tennis indoor targato Csi Pesaro-Urbino, trofeo “Carmes Inox”organizzato nelle strutture Beachouse (Fano),
Lucrezia Beach (Lucrezia), Beach Stadium (Marotta), Olympus Beach Palas e River Beach (Pesaro).
Una manifestazione partita da un’intuizione di Roberto Marangoni (Asd Sportland Fano) che ha fatto da trait
d’union tra i vari centri, e subito raccolta dal comitato Csi che dopo Fano, dove ormai è un’istituzione, sta
espandendosi a macchia d’olio in tutta la Provincia.
Dopo la divisione delle squadre in due gironi da 7 (incontri di andata e ritorno), domenica 25 sono andate in scena
le fasi finali, con le prime tre classificate di ogni girone che all’Olympus Beach Palas di Chiusa di Ginestreto si
sono date battaglia per la vittoria finale (torneo “gold”) e le restanti 8, al River Beach di Pesaro, sono scese in
campo per il torneo “silver”, speciale raggruppamento riservato appunto a quelle formazioni non qualificate per il
tabellone principale.
A vincere il 1° campionato è stata la squadra padrona di casa “Suicide Squad”che si è imposta per 2-0 su
Surprise (River Beach). Terzo posto per Beach Stadium 1 che nella finalina ha avuto la meglio su “Abruzzo ti
Spruzzo” (Beachouse). Quinto posto per Checche Pig (Olympus) e sesto per Sportland/Carmes Inox (Beachouse).
Nel tabellone silver invece, vittoria per Game, Set, Metch, squadra del Lucrezia Beach che ha superato
all’ultimo ostacolo Beach Stadium 2.
Suicide Squad: Erika Nicolini, Cinzia Gennari, Riccardo Ragaglia, Raffaele Delcuratolo, Cristian Nicolini
Surprise: Roberta Gorini, Valeria Battistelli, Federica Gaudenzi, Domenico Brigidi, Sergio Marcantognini,
Massimo Osmani
“Per il nostro comitato – spiega il presidente del Csi Pesaro-Urbino, Marco Pagnetti – è bello aver potuto, dopo il
calcio e la pallavolo, organizzare un campionato provinciale di uno sport come il beach tennis che è in forte
ascesa così come lo siamo noi come comitato provinciale. Vogliamo ringraziare tutti gli atleti e i cinque gestori dei
centri, senza il loro coordinamento non sarebbe stato possibile organizzare in maniera perfetta la kermesse”.
“Siamo davvero orgogliosi dell’entusiasmo che tutti i ragazzi e le ragazze hanno dimostrato buttandosi in questa
nuova avventura – raccontano Silvia Sgarzini e Roberto Marangoni, coordinatori dell’evento -. Niente aggrega e
unisce come lo sport, ad ogni tappa il clima era di sana competizione, con tanta voglia di stare insieme. Molti
hanno avuto la possibilità di conoscere e confrontarsi con nuovi avversari in centri in cui non avevano mai giocato
prima ed ora grazie a questo campionato si sono formate tante nuove amicizie. Questo era il nostro obbiettivo e
direi che ci siamo davvero riusciti”.

Condividi:

Rispondi