Banca Marche, Carloni (Ap): “Serve una forte azione istituzionale”

Banca Marche, Carloni (Ap): “Serve una forte azione istituzionale”

MARCHE – Il capogruppo di Ap in consiglio regionale Mirco Carloni ha presentato un’interrogazione urgente al presidente della giunta Luca Ceriscioli su Banca Marche, rispetto alla quale – così sostiene Carloni – ”c’è stata una marcata disattenzione della giunta”. ”Banca Marche – prosegue – oltre ad essere il principale istituto di credito delle Marche, svolge una funzione strategica per il sostegno finanziario allo sviluppo del sistema economico regionale”, e salvarla è una priorità ”per la salvaguardia del tessuto economico e sociale: è ora che il presidente Ceriscioli lavori per questo”. Carloni invoca ”una forte azione istituzionale di moral suasion per favorire un’evoluzione positiva della vicenda, vista l’imminente scadenza del commissariamento e le incertezze che sembrerebbero emergere sulla volontà dei principali istituti di credito bancari nazionali di partecipare all’operazione di salvataggio di Banca Marche attraverso il meccanismo del Fondo Interbancario”. Giovedì 17 settembre, nell’ambito del Comitato di Gestione del Fondo di tutela interbancario ”avverrà un importate incontro per il futuro di Banca Marche – conclude il consigliere – e occorre da subito un impegno straordinario di Ceriscioli e della sua Giunta al fine di salvaguardare il patrimonio di Banca Marche a cominciare dai suoi correntisti, obbligazionisti e azionisti”.

Condividi:

Rispondi