Azzannato al volto dal suo Pitbull. Operato è grave. (Foto e video)

Azzannato al volto dal suo Pitbull. Operato è grave. (Foto e video)

FANO – E’ stato operato nella tarda serata di ieri ad una mano, Sirio Giovannelli, 67 anni anni, ex gestore del bar della stazione ferroviaria, che nel tardo pomeriggio di ieri è stato azzannato, senza pietà al volto e in altre parti del corpo, dal suo giovane Pitbull. Giovanelli era solito portare a spasso il cane negli spazi verdi tra la scuola elementare “Montessori” e i palazzoni, nel quartiere San Lazzaro a Fano. Ieri aveva deciso di farlo scorrazzare all’interno di un campetto da calcio, il “D’Errico“,  quando però, improvvisamente, è stato azzannato senza motivo. Il cane gli si è avventato contro mordendolo nella parte sinistra del volto, a entrambi gli avambracci e a una mano, provocandogli lacerazioni profonde e gravi. Giovannelli ha iniziato a urlare e a chiedere aiuto, le sue grida hanno attirato l’attenzione di alcune persone che passeggiavano lì vicino, tra cui quelle di un signore che ha avuto il coraggio di entrare nel recinto e tentare con ogni mezzo di staccare l’animale dal suo padrone. Soltanto dopo alcuni tentativi, il Pitbull ha mollato la presa e si è poi accucciato vicino alla rete di recinzione. Dopo i primi momenti di panico e di terrore è partita la richiesta dei soccorsi. Prima un’ambulanza del 118 e poi l’arrivo dell’elisoccorso. Sul prato, nel punto in cui è avvenuta l’aggressione, era visibile una grossa chiazza di sangue (foto). I vigili del fuoco hanno trattenuto al guinzaglio il cane, in attesa del veterinario dell’Asur che ha immobilizzato l’animale e gli ha somministrato una dose di sedativo. Una volta addormentato è stato caricato a bordo di  un furgone e portato in un canile comunale. Il Pitbull è regolarmente iscritto al registro dell’anagrafe canina e anche se risulta intestato a una donna, di fatto è sempre stato detenuto da Giovannelli, che lo ha custodito fino a ieri sera. Sul posto sono giunte anche alcune pattuglie della Polizia Locale di Fano, sia per ricostruire la dinamica dei fatti sia placare gli animi di qualche esagitato, che mostrando disinteresse per le condizioni del padrone, si è invece preoccupato di come stava il cane, scatenando così le reazioni contrariate dei presenti.


 

Condividi:
  1. tutti anche chi scrive l’articolo devono evitare inutili commenti fino a che non si conosce la verità dei fatti .

    Rispondi
  2. ma quale realta’ dei fatti..e’ risaputo da chiunque che i pitbull sono una razza potenzialmente molto aggressiva,,se non facilmente..solo l’ottusita’ mentale di alcuni accaniti animalisti puo’ sostenere il contrario.Auguri di cuore amico Sirio

    Rispondi

Rispondi