Ancona, presidio dei dipenendenti delle province di Pesaro Urbino e Ancona

Ancona, presidio dei dipenendenti delle province di Pesaro Urbino e Ancona

ANCONA – Si sono dati appuntamento davanti al palazzo della Regione i dipendenti della Provincia di Pesaro Urbino e di Ancona per protestare contro il riordino delle Province e i tanti punti interrogativi che incombono sulle mansioni dell’ente e sul futuro dei suoi dipendenti.
Oggi in Regione è in programma un incontro con il Comitato della Autonomie locali dove i presidenti delle Province dovrebbero esprimersi sul Bilancio della Regione. A Roma invece i sindacati incontreranno il ministro Marianna Madia. Una delegazione è stata ricevuta dall’assessore al Bilancio Marcolini che, racconta il segretario della Fp pesarese Roberto Rossini “ insieme ai presidenti delle province e all’Anci rappresentata dal sindaco di Pesaro Matteo Ricci hanno espresso fortissimi critiche sul contenuto della legge di Stabilità che di fatto rende impossibili per le province, i comuni e la Regione garantire anche le funzioni fondamentali che la “norma Delrio “prevede.
Il 29 dicembre tutti i lavoratori delle province organizzeranno un altro presidio davanti alla Regione in concomitanza con l’incontro tra Regione e sindacati per discutere dell’ipotesi di un nuovo modello organizzativo e delle funzioni che dovranno transitare dalla province ad altri enti pubblici.

PRESIDIO1

Condividi:

Rispondi