Ancona centro riferimento mondiale malattia genetica rara Fondi a Centro fibrosi cistica, gruppo ricerca e laboratorio

Ancona centro riferimento mondiale malattia genetica rara  Fondi a Centro fibrosi cistica, gruppo ricerca e laboratorio

ANCONA – Gli Ospedali Riuniti di Ancona diventano centro di riferimento mondiale per la ricerca di nuove terapie per la Sindrome di Shwachman-Diamond (SDS), una malattia genetica rara per la quale non è stata ancora trovata la cura. Si aprono speranze concrete di cura e forse di guarigione, per migliaia di pazienti colpiti nel mondo: in Italia il registro Sds ne conta 122. Al Centro Fibrosi Cistica, diretto dal Marco Cipolli – comunicano gli Ospedali Riuniti – è stato riconosciuto un ambito finanziamento del Ministero della Salute (Bando ricerca finalizzata) per il progetto intitolato ‘Further insights into the molecular mechanisms underlying the Shwachman-Diamond syndrome: towards new therapeutic approaches’. Il vincitore del bando, dott. Valentino Bezzerri, si trasferirà nel capoluogo marchigiano dal Centro regionale specializzato per la Sindrome di Shwachman-Diamond di Verona: Coordinerà un nuovo gruppo di ricerca e istituire, con il dott. Cipolli, un nuovo laboratorio di ricerca finalizzato a scoprire i meccanismi molecolari ed eventuali nuove terapie per contrastare la sindrome SDS. Il gruppo di ricerca si avvarrà della preziosa collaborazione dell’Università di Ferrara. Il dott. Cipolli è uno dei maggiori esperti a livello mondiale della patologia ed segue gran parte dei pazienti italiani. Grazie al finanziamento, verranno anche selezionati due giovani ricercatori che potenzieranno il nuovo gruppo di ricerca. “Sarà attivato – scrivono gli Ospedali Riuniti – il primo laboratorio Italiano dedicato alla SDS, un’opportunità unica per la Regione Marche e motivo di orgoglio per l’Azienda ospedaliero universitaria Ospedali Riuniti di Ancona”.

Condividi:

Rispondi