Ambito Sociale 6, Cecconi (M5S) deposita alla Camera un’interrogazione

Ambito Sociale 6, Cecconi (M5S) deposita alla Camera un’interrogazione

FANO – “Ora uno staff a sostegno del coordinatore dell’Ambito sociale: ma prima?
In data 15 settembre è stato inviato ai consiglieri comunali il verbale 34 dei Revisori dei conti del 9 settembre da cui si evince con chiarezza quanto da noi sostenuto da mesi. Per questo il deputato Andrea Cecconi ha depositato alla Camera un’interrogazione in cui esorta il Ministro del Lavoro a vigilare sul corretto svolgersi dell’iter, prestando particolare attenzione al trattamento dei lavoratori delle cooperative sociali coinvolte nella vicenda.
Ci sono indubbie responsabilità politiche sull’accaduto di tutto il Comitato dei Sindaci d’Ambito e in particolar modo del Comune capofila, quindi Fano, in quanto non è stato dotato l’Ambito né di regolamento (come era previsto dalla delibera regionale al momento della fondazione degli Ambiti e come hanno fatto gli altri Comuni degli altri Ambiti) né di personale di supporto adeguato per il corretto svolgimento del lavoro del coordinatore.
Si afferma inoltre che il Comune deve provvedere a saldare le fatture sulle quali è riscontrato l’effettivo servizio e siccome ci risulta che i soldi per il progetto Home Care Premium per l’assistenza domiciliare ai non autosufficienti si ricevono direttamente dall’Inps dopo che lo stesso ha verificato la legittimità dei pagamenti con apposita commissione, allora quelle dovrebbero essere saldate subito, a meno che non ci siano impedimenti di altro tipo che a noi sfuggono.
Poi si deve verificare anche che gli affidamenti siano stati fatti adeguatamente prima di saldare le altre fatture, in particolar modo quelle relative ai servizi di sollievo ai malati psichici e alle loro famiglie, ma è anche vero che le stesse delibere regionali dicono che il tutto deve essere fatto mediante una struttura leggera con modelli standardizzati e garantendo sempre la continuità. Ora l’Ambito che ha fatto solo una gara per il progetto Home Care Premium nel periodo estivo, come sta garantendo i servizi per i quali non ha fatto gare? Immaginiamo allo stesso modo che è costato il licenziamento della coordinatrice, per cui se quegli affidamenti sono risultati illegittimi, quelli che sono stati fatti ora non pensiamo possano essere altrimenti.
Per noi sarebbe stato meglio che il Comune di Fano, nel suo ruolo di Capofila, in questi 14 mesi avesse svolto correttamente la sua funzione di controllo e avesse previsto ben prima questi aggiustamenti per garantire ad utenti e lavoratori che tutto fosse svolto al meglio, nella piena legalità e senza la preoccupazione della sospensione di pagamenti e servizi. Inoltre ci chiediamo, visto che non ci sono sufficienti atti formali, a che titolo le cooperative stiano svolgendo i servizi, basta il senso di responsabilità o occorrerebbe seguire le leggi?”.

Marta Ruggeri
Hadar Omiccioli
Roberta Ansuini

Lista Civica MOVIMENTO CINQUE STELLE FANO – beppegrillo.it
Marta Ruggeri 3477678377, Hadar Omiccioli 3385279849, Roberta Ansuini 349 5100175

Condividi:

Rispondi