Aguzzi e Cucuzza, interrogazione in Consiglio Comunale per non cedere Marotta di Fano a Mondolfo

Aguzzi e Cucuzza, interrogazione in Consiglio Comunale per non cedere Marotta di Fano a Mondolfo

Vista l’approvazione da parte del Consiglio Regionale in data 17 giugno scorso della Pdl n
77 recante titolo ” Distacco della frazione di Marotta dal Comune di Fano e incorporazione
nel Comune di Mondolfo. Mutamento delle rispettive circoscrizioni comunali.”
Considerato che:
a) l’analisi del risultato del Referendum consultivo sull’aggregazione di Marotta di Fano al
Comune di Mondolfo è molto più complessa ed articolata di quello che potrebbe apparire
da una lettura non corretta del voto, per cui la decisione che la Regione ha assunto
avrebbe dovuto essere improntata da maggior prudenza per non esacerbare
ulteriormente, gli animi evitando di aumentare l’incertezza ed il disagio della popolazione;
b) il SI ha vinto col 67,3% però il risultato è opposto sui due territori comunali, in
particolare su quello di Fano che dovrebbe distaccarsi a favore del Comune di Mondolfo;
c) la vittoria del SI è arrivata solo grazie al risultato di Marotta di Mondolfo. Cioè grazie al
voto di quei cittadini, animati da una forte spinta identitaria, i quali, votando al 93,7 % per il
SI , hanno condizionato completamente la consultazione;
d) nel territorio fanese invece, è avvenuto l’opposto. Gli elettori, per i quali la
condizione amministrativa sarebbe cambiata radicalmente, hanno deciso a maggioranza
per il NO. Pertanto, là dove erano in gioco gli interessi veri, ha vinto il NO al distacco dal
comune di Fano col 51,8%.
e) è opportuno sottolineare, inoltre, che la consultazione s’è svolta in un quadro di
disinteresse e disinformazione diffuse che ha portato al voto appena il 57% degli elettori;
f) questa parte di territorio è di fondamentale importanza per tutto il Comune di Fano, sia
per il numero di abitanti, che delle attività produttive soprattutto di carattere turistico che vi
si trovano, in particolare per i servizi che vi sono stati realizzati a beneficio di tutta la
cittadinanza di Fano Sud, i quali ne rimarrebbero in caso contrario, totalmente privi.
Considerato altresì che in merito alle modalità di votazione del Referendum e nella
fattispecie in merito ai cittadini chiamati ad esprimersi, si è’ ancora in attesa di conoscere il
pronunciamento del TAR MARCHE
Alla luce di queste considerazioni
Il Consiglio Comunale impegna il Sindaco e la Giunta ad intraprendere ogni azione
possibile, inclusi ricorsi, pur di non cedere un territorio di vitale importanza per la città di
Fano.
I consiglieri comunali
Maria Antonia Rita Cucuzza F.I.
Stefano Aguzzi LtF

Condividi:

Rispondi