“A libro aperto”, alla Memo storie di letture e di lettori

“A libro aperto”, alla Memo storie di letture e di lettori

FANO – Il 6 marzo dalle ore 15.00 alla Mediateca Montanari si trascorrerà un pomeriggio dedicato ai libri e a chi ama guardarli, sfogliarli, annusarli, aprirli, usarli, consultarli,leggerli per poi condividerli.
Un pomerigio, a cura della Mediateca Montanari, realizzato con il contributo della Fondazione Federiciana e con la partecipazione di vari gruppi di lettura del territorio.
A libro aperto nasce con l’idea di far conoscere a tutti quelli che saranno curiosi di partecipare il grande entusiasmo che c’è da parte di molti sui libri e la lettura e per cercare di portare l’attenzione su un fenomeno positivo: infatti se è vero che l’Italia è un Paese che non legge o che comunque legge troppo poco, è vero anche che ci sono tante persone che amano i libri e assegnano alla lettura un ruolo centrale nella loro vita.

Ogni lettore è differente dall’altro, ogni lettore ha modi e tempi propri per leggere. Alcuni leggono in gruppo, altri sono dei lupi solitari, alcuni sono onnivori, altri invece scelgono filoni precisi. Tutti però vogliono riconoscersi, condividere storie e trame, compiacersi nell’usare citazioni, rimandi, chiose che riportano a una cultura letteraria comune.
Alcuni di questi lettori poi amano particolarmente leggere in gruppo. Anche in questo caso le differenze sono molte nelle forme e nei modi: esistono club di lettura chiusi, “circoli segreti”, gruppi aperti (reali e virtuali) che amano leggere insieme ad alta voce, piuttosto che leggere individualmente per poi confrontarsi, piuttosto che raelizzare letture pubbliche.
Il mondo dei gruppi di lettura è però ancora poco conosciuto. I lettori stessi non li conoscono ed è un peccato, perchè un gruppo di lettori che si incontra e si confronta è un’opportunità per socializzare, condividere interessi comuni e, nelle biblioteche e nelle librerie del territorio, per coltivare e far crescere una comunità. È per questo che nasce questo pomeriggio insieme, per la voglia di conoscersi, intraprendere un percorso insieme e costruire finalmente una massa critica di lettori.

L’idea della giornata A libro aperto. Storie di letture e lettori era nata in un primo momento per festeggiare il gruppo di lettura nato alla Memo 5 anni fa, Un mercoledì da lettori, ma subito è diventata un’occasione per conoscere chi come noi sta conducendo questa stessa esperienza.
La giornata è stata realizzata infatti con il contributo di 12 gruppi di lettura, saranno presenti: le Donne dagli occhi grandi, Le donne del parco, il Gruppo di lettura politico della Casa delle Donne di Pesaro, il Club di Lettura in Kuwait, il Gruppo di Lettura LeggIO di Ancona, il Gruppo di lettura della Biblioteca San Giovanni di Pesaro, il gruppo virtuale La sera non uscire. Leggi un libro, Il circolo dei lettori di Senigallia, l’Anonima del libro di Pesaro, il gruppo IoleggoquiCerasa e Pausa lettura.

In questa occasione non poteva mancare uno scrittore, un esperto di letteratura e lettura per portare una riflessione, nuovi temi e nuove proposte: sarà con noi Fabio Stassi, autore di Sellerio e Minimun Fax, che terrà una conferenza dal titolo “Non esistono grandi storie senza grandi personaggi”, per fare aumentare la nostra voglia di lettura.
Fabio Stassi (Roma 1962) autore e bibliotecario. Ha pubblicato per le case editrici Minimum fax e Sellerio. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo: Fumisteria (GBM 2006), È finito il nostro carnevale (Minimum Fax, 2007), La rivincita di Capablanca (Minimum Fax, 2008), Holden, Lolita, Zivago e gli altri. Piccola enciclopedia dei personaggi letterari 1946-1999 (Minimum Fax, 2010), L’ultimo ballo di Charlot (Sellerio, 2012), Come un respiro interrotto (Sellerio, 2014), Il libro dei personaggi letterari. Dal dopoguerra a oggi (Minimum Fax, 2015), La leggenda di Zumbi l’immortale – graphic novel (Sinnos, 2015).
Vive a Viterbo, lavora a Roma e scrive sui treni.

Programma

Dalle 15.00 alle 15,45 – In contemporanea nelle sale della biblioteca incontri, mostre e giochi da lettori.

A libro aperto
Da chi sono composti, cosa leggono, come organizzano i loro incontri i gruppi di lettura?

Letture InLustri
Esposizione di libri già letti, appezzati (magari non da tutti) e discussi.

Giochi da lettori
Divertiamoci con Poesia Dorsale, L’ordine segreto dei libri, Facce da libro, Chi ben comincia è a metà dell’Opera.

Dalle ore 16.00 alle 19.00 – Relazioni in sala ipogea.

Ore 16.00 – Pitch
Esercizi di stile per presentazioni originali e sintetiche.

Ore 17.00 – Incontro con l’autore
Non esistono grandi storie senza grandi personaggi.
Incontro con lo scrittore e bibliotecario Fabio Stassi.

Ore 18.00 – Gran finale
Se una notte d’inverno un viaggiatore…

Alle 18,30 – Brindisi
Momento finale non-proprio-letterario dedicato alle strette di mano, allo scambio di libri, agli arrivederci alla prossima festa dedicata ai lettori (con l’augurio di essere sempre di più).

Condividi:

Rispondi